Sensibilità della Lombardia verso l'innovazione

Danuta Hübner, Commissario per la politica regionale, è oggi in visita a Milano per presenziare al lancio del nuovo programma regionale 2007-2013 della Lombardia, fortemente
incentrato sulla ricerca e l’innovazione. Danuta Hübner incontrerà Roberto Formigoni, Presidente della regione, Letizia Moratti, sindaco di Milano nonché rappresentanti del
governo regionale, di imprese locali, di università e centri di ricerca.

Al Commissario saranno inoltre illustrati una serie di progetti cofinanziati dall’UE situati nella zona nord-occidentale di Milano.

«Mi congratulo vivamente per la decisione della Lombardia di destinare metà del contributo UE che riceverà per questo periodo di programmazione alla ricerca e
all’innovazione. Ciò aiuterà la regione a prosperare in questo campo e a costruire sulle solide fondamenta che ha già cominciato a gettare. Spero anche che ciò
stimoli una maggior cooperazione tra centri di ricerca e piccole e medie imprese, promuova la crescita e aiuti la creazione di posti di lavoro di alta qualità» ha auspicato il
Commissario prima della partenza.

La Lombardia dispone di un’eccellente infrastruttura nel campo della ricerca, con una rete di circa 500 centri di ricerca, tra cui importanti università e istituti che sono
all’avanguardia nel settore delle nuove tecnologie. .

Il nuovo programma regionale
Per il suo programma 2007-2013, la Lombardia beneficerà di un investimento UE pari a 211 milioni di euro. Metà di esso sarà dedicato alla ricerca e all’innovazione. Il
programma intende contribuire alla riduzione delle emissioni di CO2 e a promuovere le energie rinnovabili e l’efficienza energetica. Entro il 2013, la regione intende ridurre le emissioni di
CO2 di 50.000 tonnellate all’anno, incoraggiare la mobilità sostenibile e ridurre l’impatto ambientale dei trasporti diffondendo, ad esempio, il car-pooling, il car-sharing e i pedaggi
stradali. Verranno affrontati una serie di squilibri interni alla regione migliorando l’attrattiva delle zone più periferiche attraverso lo sviluppo del loro potenziale turistico,
ambientale e culturale. Il programma mira anche a garantire l’accesso alle reti a banda larga per l’8% della popolazione e per 50.000 imprese in zone che ne sono sfornite (v. MEMO/08/X).

I progetti visti da vicino
La regione ha beneficiato del Fondo europeo di sviluppo regionale (FESR) nell’ambito della precedente iniziativa comunitaria URBAN. Il commissario Hübner visiterà Villa Scheibler,
in un quartiere disagiato di Milano. La villa, e il parco che la circonda, sono stati restituiti al loro iniziale splendore (18° secolo) e, dalla fine del mese, saranno la sede di mostre,
di un’agenzia di collocamento e di un’agenzia di sviluppo urbano (contributo FESR: 3,5 milioni di euro).

Milano è stata recentemente scelta come sede dell’esposizione mondiale 2015 (World Expo 2015), che si terrà nell’ottobre di tale anno e avrà per tema «Nutrire il
pianeta, energia per la vita». Il commissario Hübner incontrerà Letizia Moratti, sindaco della città, che spiegherà l’impatto di tale evento sulla strategia di
sviluppo della regione. L’infrastruttura della città verrà migliorata ampliando la metropolitana e l’Expo dovrebbe contribuire a creare 70.000 nuovi posti di lavoro dando impulso
a settori come quello alberghiero, della ristorazione, dei servizi di trasporto e commerciali. L’investimento UE può aiutare questi sviluppi che sono coerenti con il nuovo programma
regionale.

Leggi Anche
Scrivi un commento