Sacconi: “Per il mercato del lavoro occorre una scossa, più che una terapia”

“Per il mercato del lavoro occorre una scossa, più che una terapia”.
Così il Ministro del lavoro, Maurizio Sacconi, ha descritto la situazione attuale del mercato del lavoro, sottolineando che le sue decisioni saranno all’insegna della deregolamentazione
delle norme in vigore.
Sacconi, infatti, ha spiegato che “occorre una poderosa operazione di deregolamentazione”: “L’elenco è bell’e pronto – ha aggiunto – dai rapporti di lavoro più semplici e
trasparenti, all’abrogazione delle norme sulle dimissioni volontarie; dalla cancellazione di libro matricola e libro paga, alla reintroduzione del contratto di lavoro a termine, fino alla
revisione del testo unico sulla sicurezza sul lavoro, passando attraverso la necessaria riforma dell’orario di lavoro e del part-time che è stato nell’ultimo biennio irrigidito e che noi
vogliamo riportare alla libera contrattazione tra le parti”.
Si tratta, insomma, di interventi già richiesti a più riprese dal Consiglio Nazionale dell’Ordine dei consulenti del lavoro e sui quali la Fondazione Studi ha sottolineato le
criticità e le necessità, in modo da creare un quadro più efficiente ed omogeneo in merito sia agli adempimenti, sia all’elasticità del mercato.

Leggi Anche
Scrivi un commento