Ripartizione delle spese di riscaldamento, un motivo di litigio tra i condomini

Ripartizione delle spese di riscaldamento, un motivo di litigio tra i condomini

Roma – Inizia la stagione fredda e subito sorgono problemi. E’ noto che la ripartizione delle spese di riscaldamento per un impianto centralizzato avviene
per tabelle millesimali, nelle quali sonno riportati i valori proporzionali relativi alle singole unita’ immobiliari e che determinano il contributo alle spese.

Uno degli elementi di calcolo riguarda la superficie radiante dei termosifoni: se tale superficie cambia, anche la quota da versare dovra’ essere corretta. Motivo di litigio tra i condomini
(tra i mille possibili) e’ proprio la sostituzione dei termosifoni senza che siano state aggiornate le tabelle millesimali.

Per correttezza chi effettua tale operazione dovrebbe informare l’amministratore del condominio ma, visto che i furbi abbondano, puo’ succedere che non ne faccia nulla. In questo caso gli altri
condomini possono chiedere all’amministratore di effettuare un nuovo calcolo, ridistribuendo le spese di riscaldamento.

Nel frattempo, in via provvisoria, l’assemblea condominiale puo’ modificare le tabelle millesimali e permettere la riscossione dei contributi a titolo di acconto salvo conguaglio successivo.

Aduc.it
Redazione Newfood.com+WebTv

Leggi Anche
Scrivi un commento