Rifiuti: esposto alle procure della Repubblica contro i Comuni della Campania

Il Codacons annuncia oggi un esposto alle Procure della Repubblica di Napoli, Caserta, Benevento, Avellino, Salerno, Ariano Irpino, Nola, Santa Maria Capua Vetere e Torre Annunziata, per la
vergognosa vicenda dei rifiuti che sta attanagliando numerosi comuni della Campania.

«Dopo le dichiarazioni del Sottosegretario Letta durante la puntata di ieri di Ballarò, secondo cui i comuni campani incasserebbero la Tarsu per la raccolta e lo smaltimento dei
rifiuti, ma la utilizzerebbero per scopi diversi e non per i fini per cui è percepita e pagata dai cittadini, abbiamo deciso di chiedere alle Procure della Repubblica operanti sul
territorio campano di accertare i fatti e le somme percepite a titolo di Tarsu per gli anni 2005-2007 dai vari comuni, e verificate il loro utilizzo effettivo – afferma il Presidente Codacons,
Carlo Rienzi – Tutto ciò alla luce dei possibili reati di distrazione di fondi pubblici, abuso e omissioni di atti d’ufficio, appropriazione indebita aggravata e concorso in inquinamento
ambientale.

Nell’interesse dei cittadini coinvolti nello scandalo dei rifiuti, chiediamo anche alla magistratura di disporre, laddove si riscontrino inadempienze o violazioni, il sequestro non solo delle
somme versate negli ultimi 2 anni dagli utenti a titolo di imposta per smaltimento rifiuti, ma anche delle cartelle di pagamento redatte e in via di emissione per la prossima rata dovuta dai
cittadini».

Leggi Anche
Scrivi un commento