Reguzzoni: «l'emergenza rifiuti a Napoli dimostra che l'Italia è già divisa in due»

Varese – «A Napoli vogliono fare la differenziata in 4 mesi? È assurdo, noi per raggiungere livelli di eccellenza nel ciclo della differenziazione dei rifiuti abbiamo
impiegato 12 anni di investimenti, programmazione politica e azioni importanti e continuative su tutto il territorio provinciale».

Dati alla mano e con l’emergenza rifiuti nel capoluogo campano sotto gli occhi di tutti, il Presidente della Provincia di Varese Marco Reguzzoni sottolinea l’importanza di avere un ciclo di
trattamento dei rifiuti virtuoso: «Lo testimoniano i dati nazionali forniti dall’autorevole Istituto Tagliacarte di Roma. Numeri che dimostrano come il Paese sia già diviso in
due».

Ecco alcuni indici presi in considerazione dal Presidente – Nella graduatoria crescente della percentuale di Raccolta indifferenziata (anno 2005) la provincia di Varese è al
4° posto (su 103 province) con 41, 22%, mentre Napoli è all’84° posto con 92,29%. Questi dati vanno poi comparati con quelli della graduatoria decrescente in riferimento alla
Raccolta differenziata dove Varese si attesta al 7° posto nazionale con un indice del 51, 11 %, con Napoli che si posiziona all’82° posto con il 7,71%.
Altrettanto interessante è il dato di Produzione pro-capite dei chilogrammi di RSU nell’anno 2005. La nostra provincia, tra le prime per densità abitativa, per produzione di
ricchezza e per consumi, si attesta solo al 73° posto con 481, 64 chili. Un dato pro-capite che nemmeno province di dimensioni abitative più piccole possono vantare.

Infine i dati sul differenziato e come sono cambiati gli indici dal 1996 al 2005. La provincia di Varese, nel 1996 era attestata al 6° posto con il 21,04%, mentre nel 2005 la percentuale
è più che raddoppiata con un 7° posto nazionale e il 51,11%. Napoli invece nel 1996 era posizionata all’81° posto con l’1,33% di differenziato. Nel 2005 la percentuale di
differenziato del capoluogo campano e provincia è di 7,71%, un dato che vale l’82° posizione nazionale.
«Questi indici sono in costante miglioramento – ha proseguito Reguzzoni – e lo dimostra il dato della differenziata del 2006 che vede la nostra provincia al 53,8%. Per giungere a questi
livelli Villa Recalcati da 12 anni ha messo in campo una politica fatta di investimenti concreti e iniziative che hanno coinvolto tutte le istituzioni locali, e mi riferisco ai Comuni e tutte
le fasce di età dei nostri cittadini. Non bisogna infatti dimenticare che la questione della differenziazione dei rifiuti è stata e continua a essere trattata anche nelle nostre
scuole».

Leggi Anche
Scrivi un commento