Ravenna: Natura – Settimana europea dei Parchi

Ravenna: Natura – Settimana europea dei Parchi

Ravenna – I parchi e le aree protette della provincia aderiscono alla “Settimana europea dei Parchi” che si svolge attorno alla giornata del 24 maggio: si celebra la data in cui nel
1909 fu istituito in Svezia il primo parco naturale d’Europa, che compie 100 anni.

Gli eventi previsti si sviluppano, in realtà, su più giornate, in particolare dal 16 al 31 maggio, ma anche oltre e, praticamente, per per tutta l’estate.

In programma ci sono incontri, escursioni e attività ambientali per tutti, anche in collborazione con il Corpo Forestale dello Stato.

Nei giorni di venerdì 15 e sabato 16 maggio presso presso il Centro Commerciale ESP di Ravenna sarà in funzione, a cura della Provincia e della Regione Emilia-Romagna, uno stand
per raccontare “L’emozione dei Parchi” e fornire tutte le informazioni a chi desideri trascorrere una giornata a contatto con la natura.

Tra i tanti appuntamenti della Settimana europea, segnaliamo innanzitutto il ricchissimo calendario del Parco della Vena del Gesso Romagnola, che prevede, tra le tante iniziative, due
eventi di presentazione ufficiale della nuova ed interessantissima area protetta, a Imola e a Faenza, rispettivamente il 20 e il 21 maggio.

Sempre nella Vena del Gesso sono previste numerose visite guidate:

  • l’apertura straordinaria della celebre Grotta del Re Tiberio con partenza dalla Rocca di Riolo Terme (31 maggio);
  • una mostra sull’affascinante mondo delle grotte e della speleologia presso il Cardello di Casola Valsenio (23 maggio-2 giugno);
  • presentazione degli scavi della casa rurale di Epoca Romana presso il centro visite Rifugio Ca’ Carné (23 maggio);
  • visite guidate gratuite alla città di Brisighella e dintorni (19, 21 e 24 maggio).

Nel versante imolese sono previste numerose iniziative:

  • presso il centro visite I Gessi e il Fiume, di Tossignano;
  • presso il centro di educazione ambientale La Casa del Fiume, sulle rive del Santerno a Borgo Tossignano (30 e 31 maggio).

Da segnalare ancora, nel Parco del Delta del Po:

  • numerose visite guidate organizzate a Punte Alberete (gratuite, dal 17 al 24 maggio)
  • Visite alle stazioni ravennati del parco organizzate dai centri visita del Palazzone di Sant’Alberto (16-17, 23-24, 30-31 maggio)
  • visite della Salina di Cervia (17, 24 e 31 maggio).

Infine, nelle piccole aree protette della pianura interna:

  • “Natura nella Notte” del Podere Pantaleone (16, 23 e 30 maggio; 13 e 20 giugno);
  • Villa Romana di Russi (29 maggio; 5 e 8 giugno);
  • concerto serale del quintetto di ottoni Romagna Brass presso il centro visite Casa Monti della Riserva di Alfonsine (16 maggio).

La Provincia crede con decisione nella valorizzazione dei parchi e delle aree protette, certa che i parchi naturali siano una grande risorsa per il proprio territorio, sia come patrimonio in
sè, sia per per il loro rilievo dal punto di vista della fruizione turistica. Le aree protette rappresentano una risorsa per il territorio, sia per i servizi e le funzioni ricreative che
garantiscono ai cittadini residenti, sia per lo sviluppo del turismo ambientale, che non può fare grandi numeri anche per motivi di conservazione della risorsa stessa, ma che può
essere un importante valore aggiunto per l’esistente e consolidato turismo tradizionale.

La provincia, del resto, ha una grande vocazione ambientale, dovuta alla presenza del Parco del Delta del Po e dei corridoi ecologici lungo i fiumi e i canali che collegano la costa e la
collina, ultimamente rafforzata grazie all’istituzione del Parco della Vena del Gesso Romagnola.

Leggi Anche
Scrivi un commento