Ravenna: l'assessore Fusignani in visita alle riserve naturali di Marano Lagunare (Udine)

Ravenna, 2 Novembre 2007 – L’assessore provinciale a riserve naturali e parchi Eugenio Fusignani e rappresentanti del Parco regionale Delta del Po hanno fatto visita alle Riserve
Naturali “Valle Canal Novo” e “Foci dello Stella” di Marano Lagunare , in provincia di Udine. Con loro anche due noti fotografi naturalisti ravennati, Luciano Piazza e Roberto Zaffi.

Finalità della visita alle riserve naturali , gestite dal Comune di Marano Lagunare era “conoscere direttamente una delle aree che più spesso è portata ad esempio, a
livello nazionale, di ottimo connubio tra conservazione del patrimonio naturale e sviluppo della fruizione turistica sostenibile, per meglio comprendere e mutuare le strategie gestionali e le
condizioni amministrative che permettono l’ottenimento di questi positivi risultati” :spiega Fusignani.

“La visita, guidata dal sindaco di Marano Lagunare Graziano Pizzimenti, dal vicesindaco Mirto Scala e dal responsabile delle riserve Glauco Vicario, ha permesso di osservare, in particolare, il
centro visite della riserva, composto da tre strutture e dotato di un punto informazioni con biglietteria e book-shop, di un ristorante, di un acquario dedicato alle specie della laguna e di un
nuovissimo ostello. I colloqui con amministratori e gestori hanno consentito di approfondire le modalità gestionali delle strutture e delle riserve, il flusso dei finanziamenti, i
risultati ottenuti in termini di fruizione, educazione ambientale e indotto per le comunità locali”.

“La positiva esperienza – commenta Fusignani – ci induce a proseguire, con energia e decisione, nella direzione di valorizzare ulteriormente i centri visite del Palazzone di Sant’Alberto e
della Salina di Cervia e, in particolare, di ricercare le modalità per una migliore tutela e fruizione dei meravigliosi complessi naturali costituiti da Punte Alberete, Valle Mandriole e
Bardello, a nord di Ravenna, e da Ortazzo, Ortazzino e foce del torrente Bevano, a sud”.

Leggi Anche
Scrivi un commento