PUBBLICI DIPENDENTI: A CERTIFICARE LE ASSENZE PER MALATTIA OLTRE I 10 GIORNI SARANNO I MEDICI DI FAMIGLIA E LA GUARDIA MEDICA

«Il nuovo decreto legge del 25 giugno 2008, n. 112, stabilisce per i pubblici dipendenti che nel caso di assenza per malattia protratta per un periodo superiore ai dieci giorni e,
in ogni caso, dopo il secondo evento di malattia nell’anno solare, l’assenza debba essere giustificata «esclusivamente mediante presentazione di certificazione medica rilasciata da
struttura sanitaria pubblica».

Per dare attuazione al provvedimento, l’Assessorato alla tutela della salute e sanità ha emanato a tutte le aziende sanitarie piemontesi una circolare esplicativa, in cui si
precisa che i medici di famiglia e quelli di continuità assistenziale (ex Guardia medica) svolgono la loro attività in nome e per conto del Servizio sanitario e sono
quindi da considerarsi compresi nella definizione di «struttura sanitaria pubblica». Pertanto, i pubblici dipendenti dovranno rivolgersi a loro per farsi certificare
la malattia secondo le modalità previste dal decreto.

Per quanto riguarda le verifiche circa la sussistenza della malattia, nella circolare si ricorda come il decreto ampli le fasce orarie di reperibilità del lavoratore, entro le
quali possono essere effettuate le visite di controllo: dalle 8 alle 13 e dalle 14 alla 20 di tutti i giorni. I servizi sanitari preposti a questa funzione adegueranno di conseguenza i loro
orari, per fare fronte alle nuove esigenze.

Si ribadisce, infine, che i Pronto soccorso e il 118 non rilasciano certificazioni di assenza per malattia.

Leggi Anche
Scrivi un commento