Ponte Primaversa: sono tornati uccelli selvatici e speci rare

Prodotti tipici del territorio ma anche tanti uccelli selvatici e specie rare che non si vedevano da anni, da Nord a Sud: il Fratino all’Oasi LIPU Ca’ Roman, nella Laguna di
Venezia, il Pollo sultano alle Saline di Priolo, in provincia di Agrigento, il ritorno anche quest’anno della Moretta tabaccata nelle riserve del Lago di Montepulciano (SI) e Palude Brabbia
(VA).

Un ritorno auspicato che passa anche attraverso pratiche agricole tradizionali e amiche dell’ambiente conservate nelle aziende associate alla Coldiretti come nel caso del Parmigiano reggiano
che ha favorito la tutela del Falco cuculo e dell’Allodola grazie ai prati stabili necessari per l’alimentazione del bestiame.

Sono migliaia le persone che hanno partecipato oggi all’evento «La Natura ha Buon Gusto», organizzato da LIPU e Coldiretti nelle Oasi e Riserve
LIPU alla scoperta della natura e dei prodotti italiani offerti dalle aziende Coldiretti. Il rapporto tra agricoltura di qualità e tutela dell’ambiente è stato il tema al centro
della giornata, con le degustazioni delle tipicità del territorio e il birdwatching alla ricerca dell’Airone bianco maggiore, del Falco pescatore, del Martin pescatore, di rondini e
fenicotteri. La giornata ha visto la liberazione di uccelli curati dai centri LIPU e giochi e laboratori per i bambini.

Il pubblico ha potuto apprezzare gustare i prodotti tipici della Coldiretti e il ritorno nelle Oasi LIPU di alcune specie rare o in grave declino. E’ il caso per esempio del
Fratino nell’Oasi LIPU Ca’ Roman, nella laguna di Venezia. Scomparso dall’Oasi nel 2000, oggi è in aumento grazie alla gestione che la LIPU sta effettuando da alcuni
anni: saranno sei le coppie che nidificheranno sulle spiagge dell’Oasi, all’interno delle recinzioni predisposte per tutelare la specie. Solo 15 anni fa il Fratino era specie abbondante sul
litorale veneto: sul litorale del cavallino le coppie nidificanti nel ’92 erano 54, mentre oggi, a causa del disturbo antropico, si sono ridotte a 4-5.

Buone notizie dalla Riserva Naturale Lago di Montepulciano (SI) gestita dalla LIPU: anche quest’anno l’area protetta ospiterà la nidificazione della Moretta
tabaccata
, una specie minacciata di estinzione, che secondo la classificazione di BirdLife International, la rete mondiale di associazioni che tutelano gli uccelli, è inserita
nelle SPEC 1 (minaccia di estinzione a livello globale) e secondo la Lista Rossa come «Critically endangered» («in pericolo in modo critico» ossia
altissimo rischio di estinzione nel futuro immediato). Gli operatori della Riserva Palude Brabbia hanno già individuato 3 coppie all’interno dell’Oasi che si preparano
per la nidificazione.

All’Oasi LIPU Torrile, zona umida ricreata dall’uomo vent’anni fa dove prima c’erano solo campi coltivati, gli aironi sono tornati in gran numero anche quest’anno: sono sette
infatti le specie nidificanti nella garzaia, dall’Airone cenerino alla Garzetta, dall’Airone bianco maggiore all’Airone guardabuoi, e poi Sgarza ciuffetto, Airone rosso e Nitticora, per un
totale di oltre 500 coppie. Con questi eccezionali numeri l’Oasi LIPU Torrile è diventata da alcuni anni la più importante «garzaia» a livello
nazionale, per la concentrazione di specie in un unico sito, dopo quella di Sartirana Lomellina, in provincia di Pavia. E proprio nell’ Oasi Lipu Bosco Negri sono i risicoltori della
Coldiretti ad essere protagonisti anche con un laboratorio per bambini di osservazioni del micromondo che c’è nella risaia allagata

Dall’Emilia-Romagna alla Sicilia. Dopo l’estinzione avvenuta 50 anni fa, il Pollo sultano sta tornando da alcuni anni a popolare l’isola ed oggi è stato avvistato alla
Riserva Saline di Priolo (AG), un evento raro per una specie reintrodotta in Sicilia grazie a un progetto dell’INFS e della LIPU.

Leggi Anche
Scrivi un commento