PIL, Confcommercio: «cresce il divario con l'Europa»

Dato che va letto in controluce perché arriva dopo l’ultimo trimestre del 2007 che è il peggiore degli ultimi otto anni: questo il commento dell’Ufficio Studi Confcommercio alla
stima preliminare del Pil diffusa oggi dall’Istat.

A smorzare gli entusiasmi – prosegue la nota – contribuisce soprattutto il confronto europeo: la nostra economia cresce, infatti, dello 0,2% in termini tendenziali a fronte del 2,2% dell’area
dell’euro, evidenziando come ormai il divario abbia raggiunto dimensioni particolarmente ampie. E il dato di oggi non elimina il rischio di un valore negativo per il 2008, in quanto molti
indicatori, e le analisi effettuate dai principali centri di ricerca, segnalano come il secondo trimestre possa avere connotazioni peggiori rispetto a quanto registrato nei primi mesi
dell’anno. Rimane, quindi, confermata l’ipotesi di una crescita «zero» per il 2008.

Leggi Anche
Scrivi un commento