Piemonte: Cotto presenta proposta di legge degli studenti del Giobert

Sarà presentato ufficialmente a palazzo Lascaris il progetto di legge della VB Geometri dell’Istituto Giobert di Asti che ha partecipato all’ultima edizione di Ragazzi in aula,
“Bullismo: interventi e prevenzione” è il titolo della proposta di legge che la consigliera regionale di Forza Italia, Mariangela Cotto, ha deciso di presentare come prima firmataria.

“L’esigenza di una normativa che sappia tutelare le vittime e prevedere forme di reinserimento per chi mette in atto queste forma di violenza – spiega Cotto – è a mio giudizio evidente.
D’altronde il fenomeno del bullismo è tornato prepotentemente a far parlare di sé, e gli episodi di cronaca hanno richiamato l’attenzione dei media, degli insegnanti, delle
famiglie e delle istituzioni. Già nel novembre scorso avevo rivolto una lettera aperta a tutte le scuole astigiane per aiutarmi a predisporre un progetto specifico sul bullismo,
perché scuola e istituzioni potessero dare una risposta integrata, rafforzata nei suoi contenuti in quanto definita direttamente nella realtà dei giovani. I consigli e i
suggerimenti di chi, come gli studenti, vive quotidianamente la vita scolastica nei suoi aspetti positivi e negativi e assiste più o meno frequentemente a episodi di bullismo, potrebbero
rivelarsi molto preziosi per contrastare il fenomeno stesso e per richiamare i ragazzi a una nuova responsabilità”.

L’iniziativa “Ragazzi in aula”, la cui ultima edizione si è svolta lo scorso 26 ottobre 2007, è stata avviata dal Consiglio regionale fin dal 1998 e finora ha già coinvolto
oltre 2500 studenti piemontesi.
“Il Gruppo di Forza Italia – continua l’esponente azzurra – presta particolare attenzione a questa iniziativa. Ritengo che sia uno strumento efficace per far conoscere alle più giovani
leve le situazioni regionali e il metodo di lavoro del Consiglio. E’ anche una lezione di democrazia, perché fa capire ai giovani l’impegno per concretizzare le idee in buone leggi. Gli
stessi politici e gli amministratori, peraltro, possano trarre beneficio dall’esame di queste proposte, che si contraddistinguono per la loro innovatività e “freschezza” nell’affrontare
temi diversi ma tutti rilevanti”.
Ecco una breve scheda della proposta di legge, presentata dagli studenti Veronica Casaburi, Cecilia Rosita tenebra, Flavia Miriam Roagna, Xhulio Salili, Renato Salili, Mirco Durante.

“Bullismo: interventi di prevenzione” – E’ istituita presso ogni Consiglio d’istituto scolastico di tutte le scuole del Piemonte una Commissione formata da un sociologo, due
psicoterapeuti, due docenti e un rappresentanti del Consiglio d’istituto, con il compito di predisporre pioni di intervento volti a prevenire e sanare i fenomeni di bullismo. I componenti della
commissione forniscono consulenze gratuite con la funzione di fare da tramite tra la vittima della violenza, il Consiglio d’istituto e il dirigente scolastico. Vengono pertanto effettuati
interventi di tipo psico-socio-educativo atti a prevenire ed eventualmente aiutare i soggetti che si sentono spaventati, vulnerabili o isolati. Con il contributo della Regione sono previsti
anche corsi che stabiliscano percorsi emotivo-relazionali nelle classi delle scuole medie e superiori.

Leggi Anche
Scrivi un commento