Piemonte: 1,7 milioni di euro per i parchi da assestamento bilancio 2007

Torino – Nuovi stanziamenti (1,7 milioni di euro) per il sistema regionale delle aree protette e dei parchi sono stati definiti nell’ambito dell’assestamento al bilancio 2007 della
Regione Piemonte, «Le finalità sono molteplici – dice l’assessore ai Parchi Nicola de Ruggiero – e fanno riferimento ad un più ampio stanziamento, che ammonta a 8,4 milioni
di euro, assegnati per interventi in materia di rifiuti, energia e, appunto, parchi. In particolare con la cifra a disposizione verranno finanziati progetti per il miglioramento della
fruibilità, la valorizzazione e la riqualificazione delle strutture esistenti e per interventi urgenti determinati da calamità naturali o eventi imprevisti. In attesa
dell’approvazione da parte del Consiglio regionale del nuovo Testo Unico sulle aree protette, si tratta di un intervento coordinato che valorizza la rete ecologica regionale e la sua visione
d’insieme».

Lo stanziamento è stato così suddiviso:
a) ? 150.000 alla Provincia di Torino, per l’attuazione del programma annuale 2007 di qualificazione e valorizzazione del Parco naturale del Monte San Giorgio, del parco naturale del Monte Tre
Denti-Freidour, del parco naturale Conca Cialancia, del Parco naturale del Colle del Lys e della Riserva naturale speciale dello Stagno di Oulx;

b) ? 200.000 al Comune di Cuneo in quanto gestore del Parco fluviale Gesso e Stura, per il programma di attività annuale 2007;

c) ? 500.000 all’Ente di gestione del Parco naturale della Valle del Ticino per gli interventi di completamento della riqualificazione dell’area «Casone-Montelame» già
acquisita dal parco con risorse regionali. Si tratta di una prima assegnazione a copertura della quota di cofinanziamento pubblico regionale previsto dal PISL (Programma integrato di sviluppo
locale) approvato dalla Regione Piemonte;

d) ? 32.000 al Comune di Baceno (NO) in quanto gestore dell’Area protetta regionale «Zona di salvaguardia del Parco Alpe Veglia e Devero» per contributi finalizzati al mantenimento
delle tipologie edilizie locali definite dal Piano d’area all’interno dell’area protetta;

e) ? 49.000 all’Ente di gestione dei Parchi e delle Riserve naturali Cuneesi per la realizzazione di una veranda ad uso ristorazione presso il rifugio «Pian delle Gorre», punto di
attestamento e di ricettività all’interno del Parco naturale Alta Valle Pesio e Tanaro;

f) ? 200.000 all’Ente di gestione della Riserva naturale delle Baragge, della Riserva naturale speciale della Bessa e dell’area attrezzata Brich Zumaglia e Mont Prevè per la
realizzazione di interventi su immobili di proprietà pubblica e con destinazione vincolata alle finalità istitutive dell’area protetta;

g) ? 150.000 all’Ente di gestione del Sistema delle Aree protette della fascia fluviale del Po – Tratto torinese quale soggetto capofila per interventi di riqualificazione turistica concordati
tra gli Enti di gestione del Sistema delle aree protette della fascia fluviale del Po – Tratto Torinese, del Po- Tratto cuneese e l’Associazione «Terre dei Savoia»;

h) ? 30.000 per la ricostruzione della peschiera di «San Maurizio» nel Comune di Castelletto Sopra Ticino all’interno del Parco del Ticino, per mantenere una testimonianza storica
della cultura locale integrabile nei percorsi di fruizione dell’area protetta ed in particolare con il progetto di una via navigabile con finalità turistiche nel primo tratto del fiume
Ticino;

i) ? 310.000 per la realizzazione di interventi urgenti nel Parco Regionale La Mandria per all’adeguamento tecnico delle strutture esistenti per la macellazione dei cervidi e dei cinghiali
abbattuti in attuazione dei piani di gestione della fauna selvatica nonché per le manutenzioni straordinarie dei locali necessari a svolgere le attività in programma per il
trentennale dell’istituzione del Parco;

j) ? 79.000 da destinare a differenti enti di gestione per interventi urgenti determinati da calamità naturali o eventi imprevisti.

Leggi Anche
Scrivi un commento