Personale navigazione marittima ed aerea: assunti fino a luglio 2008 e da 1° agosto 2008

D: Volevo sapere quali sono le nuove regole e gli adempienti (numerosi) per la comunicazione delle assunzioni del personale della navigazione marittima ed aerea.

R: Come noto Ipsema, ai sensi dell’art. 1, ultimo comma, del D.L. n. 663/1979, assicura contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali il personale della navigazione marittima,
accerta e riscuote contributi dai datori di lavoro, ed eroga le prestazioni previdenziali per gli eventi di malattia e maternità nei confronti dello stesso personale e di quello della
navigazione aerea. L’IPSEMA ha il compito di tutelare, peraltro, anche l’assistenza e la previdenza di tali lavoratori, i marittimi appunto, che per tipo di attività e condizioni di
lavoro sono esposti a fattori di rischio di ordine tecnico-ambientale e di ordine professionale connessi allo stile di vita che caratterizza l’attività di navigazione. L’IPSEMA assume
anche l’assicurazione degli infortuni e delle malattie degli equipaggi di navi iscritte in compartimenti esteri.

Ciò premesso l’ente ha comunicato che, per le assunzioni dei lavoratori non italiani, (IPSEMA – Nota 1° aprile 2008) fino al 31 luglio 2008, gli armatori devono comunicare all’IPSEMA
il codice fiscale dei lavoratori assunti o cessati dal servizio contestualmente all’instaurazione del rapporto di lavoro o alla sua cessazione. Tale obbligo deve essere assolto esclusivamente
mediante la DNA, denuncia nominativa assicurati disponibile nel sito www.ipsema.it tralasciando l’invio tramite e-mail che resta utilizzabile solo in via eccezionale per i lavoratori
momentaneamente privi di codice fiscale.

A tale riguardo il datore di lavoro, considerato che la denuncia è contestuale all’attività, deve dare le generalità complete del dipendente tramite e-mail, notificando poi
il codice fiscale attribuito all’interessato.
La comunicazione di inizio/cessazione del lavoro in via eccezionale o per cause di forza maggiore può essere data entro i cinque giorni successivi, a condizione che il datore di lavoro
dimostri che, ad esempio, l’assunzione non era procrastinabile e neanche prevedibile.
Dal 1° agosto 2008 le comunicazioni vanno date solo on-line dopo avere chiesto all’IPSEMA la chiave di accesso al sito (user id e password). A tale riguardo le capitanerie di porto sono a
disposizione per inviare le denunce dei lavoratori marittimi, utilizzando gli strumenti che IPSEMA ha messo a loro disposizione.

Leggi Anche
Scrivi un commento