Per accedere alla pensione di anzianità e vecchiaia bastano le dimissioni in forma libera

La nuova disciplina delle dimissioni volontarie non si applica al collocamento in quiescenza ed al collocamento in pensione.
Lo ha ribadito il Ministero del Lavoro che, con la nota prot. 7216 del 30 aprile 2008, ha risposto al quesito su tale questione, comunicando anche che tale disciplina non si applica alle
cessazioni dal servizio per raggiunti limiti d’età (pensione di vecchiaia), anche quelle del personale che acceda alla pensione d’anzianità per aver maturato i requisiti previsti
dalla normativa vigente.
Infatti, anche se il dipendente che ha maturato i requisiti per la pensione di anzianità può scegliere di rimanere in servizio, non è soggetto alle nuove formalità
poiché in questo caso non si verifica la necessità di combattere il fenomeno delle dimissioni in bianco da cui discendono le nuove norme.

Ministero del Lavoro, nota prot. 7216 del 30 aprile 2008

Leggi Anche
Scrivi un commento