Pedemontana, siglato a Torino l’integrazione all’accordo di programma

 

 

Un altro passo avanti per la realizzazione della Pedemontana piemontese. Venerdì mattina il Presidente della Provincia Renzo Masoero ha incontrato in Regione a Torino l’assessore
ai Trasporti della Regione Piemonte, Daniele Borioli, li Presidente della Province di Novara Sergio Vedovato e l’assessore alle infrastrutture della Provincia di Biella, Claudio
Marampon. Nel corso della riunione è stato siglato l’integrazione all’accordo di programma che finanzia, con ulteriori 950 mila euro, la progettazione del tratto di pedemontana
tra Rolino di Masserano-A26 Casello di Ghemme. Queste risorse, lo ricordiamo, consentiranno di aggiornare il progetto preliminare e di ultimare l’iter di progettazione”.

Borioli ha ricordato che si tratta di un’opera strategica per l’intero territorio compreso tra Biella, Vercelli e Novara che “consentirà a questa parte del Piemonte –
conclude – di avere un collegamento autostradale veloce, efficiente e sicuro”.

Soddisfazione da parte del Presidente della Provincia di Vercelli Renzo Masoero che a margine dei lavori ha spiegato: “Stiamo procedendo a tappe spedite verso la nascita della
più importante infrastruttura piemontese. La Pedemontana sarà una risorsa per tutto il sistema economico del vercellese e della Valsesia. Anche se, in realtà,
dobbiamo guardare oltre. Ovvero ai collegamenti con quei territori con i quali abbiamo reali interessi. Da qui il passo verso Expo 2015 e Malpensa è davvero breve. Se si vuole
abbandonare il guscio e dialogare anche oltre i confini provinciali la Pedemontana diventa l’ossigeno necessario per costruire un futuro solido sia sotto l’aspetto della mobilità
che economico”.

Con la sua firma Masoero ha suggellato il lavoro svolto dal settore dei Lavori Pubblici della Provincia. L’Assessore Francesco Zanotti commenta: “E’ stato aggiunto un ulteriore passo
concreto verso la Pedemontana. La quale non rappresenta soltanto una infrastruttura viaria, ma una riqualificazione territoriale che porterà con sé un miglioramento della
qualità di vita della popolazione. Un’opera strategica, moderna ed essenziale, che saprà legare le esigenze e il rispetto dell’ambiente”.

Leggi Anche
Scrivi un commento