Passano all'Inpdap le pensioni provvisorie dei militari collocato direttamente in riserva

L’Inpdap, con nota n. 24 del 6 giugno 2008, ha fornito istruzioni in merito all’ammissione al pagamento delle pensioni provvisorie del personale militare che ha concluso il periodo di
permanenza in ausiliaria o che è stato collocato direttamente nella riserva.
L’Inpdap, infatti, ha siglato un’intesa con l’Arma dei Carabinieri per effetto della quale, a decorrere dal 1° agosto 2008, le pensioni provvisorie di tale categoria di personale verranno
trasferite alle sedi provinciali e territoriali dell’Istituto, mediante procedura automatizzata.
Dopo aver illustrato i criteri per la realizzazione della procedura informatica, l’Istituto ha ricordato che l’indennità integrativa speciale spetta nella misura intera agli ufficiali
con 40 anni di servizio ed ovvero con 30 anni di servizio per i sottufficiali.
L’Inpdap, infine, ha precisato che le sedi provinciali e territoriali devono comunque disporre il pagamento delle partite di pensione in questione, anche se il Centro Amministrativo invia in
ritardo la documentazione per l’attribuzione dell’assegno per il nucleo familiare o quella relativa ai trattamenti di quiescenza gravati da ritenute per assegni alimentari o per atti di
sequestro o pignoramento.

Inpdap, nota n. 24 del 6 giugno 2008

Leggi Anche
Scrivi un commento