Parco Adda Sud: consorzio «Roggia Grossi» e Coldiretti

Cremona – Insieme per garantire acqua – e quindi vegetazione e vita – alla riserva “Adda Morta” di Pizzighettone, ambiente naturalistico di grande pregio, diventato la ‘casa’ degli
aironi, è questa la sintesi del ‘patto’ che – a conclusione di un importante cammino condiviso e favorito da Coldiretti Cremona – presto unirà il Parco Adda Sud, il Consorzio
Irriguo Roggia Grossi e l’azienda proprietaria dei fondi interessati dall’intervento.

Martedì 18 dicembre, alle ore 11 presso il Centro Culturale di Pizzighettone, l’accordo diverrà ufficiale, con le firme di Luigi Pinotti, presidente della Roggia Grossi, Attilio
Dadda, presidente del Parco Adda Sud, e Paola Tansi, per l’Azienda Agricola Colombani Francesco, con la presenza in qualità di garanti di Roberto Biloni, presidente di Coldiretti
Cremona, Enrico Agazzi, presidente di Sezione, e del sindaco di Pizzighettone Luigi Bernocchi.
In sintesi, la convenzione che si andrà a stipulare prevede che il Consorzio Irriguo ‘Roggia Grossi’ metta a disposizione del Parco il quantitativo di acqua necessario per garantire la
preservazione di un’area la cui situazione ambientale, negli ultimi anni, si è fatta a rischio di degrado, a causa di un interrimento degli specchi d’acqua. “La soluzione proposta di
immettere acqua dalla rete irrigua superficiale, potendo inizialmente valutare le ricadute dell’intervento e così stabilire i livelli preferenziali, nell’Adda Morta di Pizzighettone si
presenta come una soluzione di grande valore per la conservazione di tale ambiente prestigioso e per questo tutelato dal Parco Adda Sud come riserva” evidenzia, in una valutazione
dell’intervento, Riccardo Groppali, direttore del Parco Adda Sud. “Simili modelli collaborativi tra consorzi, proprietari e area protetta – prosegue il direttore Groppali – possono produrre
eccellenti risultati per la conservazione del patrimonio ambientale collettivo”.

Coldiretti Cremona, che attraverso il proprio Servizio Utenze Irrigue ha operato per favorire l’incontro fra agricoltura e parco, esprime soddisfazione per l’intesa raggiunta: “L’acqua è
una risorsa naturale indispensabile per la sopravvivenza di tutti. Ormai da tempo, con grande energia, la nostra Organizzazione è impegnata nella promozione di una corretta e condivisa
gestione di questa risorsa vitale e, purtroppo, non inesauribile. Come abbiamo sempre evidenziato, la nostra è una battaglia che coniuga le esigenze dell’agricoltura con quelle
dell’ambiente. Garantire acqua all’agricoltura significa garantire vita al territorio, all’ambiente – sottolinea Roberto Biloni, presidente di Coldiretti Cremona -. Partendo da queste
convinzioni, con orgoglio ‘teniamo a battesimo’ un accordo che punta a tutelare un importante ecosistema acquatico, in coerenza con la direttiva quadro sulle acque dell’Unione Europea e in
un’ottica volta anche al ripristino delle falde acquifere”.
“La convenzione rappresenta l’inizio di una collaborazione che, senza dubbio, potrà vedere il Consorzio Irriguo Roggia Grossi di Pizzighettone e il Parco Adda Sud lavorare insieme –
rimarca Luigi Pinotti, presidente della Roggia -. Il nostro intervento ha lo scopo di utilizzare il reticolo superficiale irriguo, con la sua fitta rete di canali, per portare acqua a questo,
come, in futuro, ad altri ambienti naturalistici che in pochi anni si vedrebbero modificati, mandando in modo costante e continuo un lieve flusso d’acqua, che non crei scompensi termici, ma che
rivitalizzi la flora e la fauna acquifera tipiche della zona”.

Leggi Anche
Scrivi un commento