Nuovo Governo e il Lavoro ricomincia

I Segretari generali di Fai, Flai e Uila hanno richiesto un incontro urgente ai ministri Zaia e Sacconi per presentare l’attuale situazione del settore agroalimentare.

È importante che vengano inserite come prioritarie, nella nuova agenda del Ministero delle politiche agricole, questioni come la proroga degli aiuti comunitari al settore del tabacco, i
piani di ristrutturazione e riconversione degli zuccherifici e la situazione nel settore della pesca. L’attenzione del ministro del Welfare è stata invece richiamata sulle tematiche
relative al mercato del lavoro e alla previdenza agricola per le quali, ritengono i sindacati, sarà necessario un coordinamento tra i due Ministeri.

Altro coordinamento necessario è quello tra il Ministero delle politiche agricole e quello dello Sviluppo Economico per dare corpo ai decreti utili a sostenere la filiera
agro-energetica. Il tema è di particolare attualità vista la messa in discussione, ancora nelle ultime settimane, dei progetti di riconversione degli ex zuccherifici.
«Scandalizza – ha dichiarato il Segretario Nazionale della Flai Antonio Mattioli – che ancora non esista un piano energetico nazionale in grado di programmare soluzioni alternative
all’energia prodotta dal petrolio. In Italia non ci si può permettere di restare schiacciati tra le lobby petrolifere e quelle alimentari.»

Nei prossimi giorni ai ministri Zaia a Scajola sarà chiesto di ripristinare i tavoli di filiera perché i progetti di riconversione già convenuti diventino immediatamente
esecutivi, consentendo soluzioni compatibili con il fabbisogno energetico, amibientale, occupazionale, industriale ed economico del Paese.

Laura Svaluto Moreolo

Leggi Anche
Scrivi un commento