Navigli, Boni: piano d'area in vista di EXPO 2015

«Con la convenzione stipulata da Regione Lombardia e da Navigli Lombardi Scarl, deliberata dalla Giunta lo scorso novembre, è stato previsto un finanziamento di 400000 per
interventi di salvaguardia e tutela dei Navigli attraverso la realizzazione di un piano territoriale d’area di rilevanza regionale, e’ il momento, ora, di razionalizzare gli enti che gestiscono
questi ambiti e questi aspetti territoriali, delegando maggiori competenze alla società Navigli Lombardi Scarl per coinvolgere maggiormente gli enti locali nella predisposizione del
piano stesso».

Lo ha affermato l’assessore al Territorio e Urbanistica, Davide Boni, intervenendo alla VI° Conferenza Metropolitana dei Navigli Lombardi. Uno degli strumenti innovativi previsti dalla
legge n. 12 del 2005 sul il governo del territorio è infatti rappresentato proprio dai Piani Territoriali regionali d’area, strumenti pensati per governare efficacemente lo sviluppo di
aree di significativa ampiezza, interessate da opere, interventi o destinazioni funzionali con rilevanza regionale.
In questo contesto, nei documenti finora prodotti, che vanno a costituire la proposta di Piano Territoriale Regionale che sarà presentato entro fine anno, l’ambito territoriale dei
Navigli viene individuato come elemento strategico per la costituzione di «zone di preservazione e salvaguardia ambientale».

«Attraverso il piano d’area dei Navigli e quello relativo a Malpensa – ha ricordato Boni – la Regione prosegue la fase di potenziamento di infrastrutture e collegamenti del territorio con
il capoluogo, anche in vista di un evento importante come l’Expo 2015, senza dimenticare l’idea di collegare il sistema dei Navigli e il fiume Po con la città di Milano. L’importante
è la coesione degli interventi senza perdere di vista l’obiettivo finale».

Leggi Anche
Scrivi un commento