Morti e violenze in Kenia nonostante l'accordo mediato da Kofi Annan

Ancora morti in Kenia nonostante l’accordo raggiunto con la mediazione dell’ex segretario dell’Onu Kofi Annan.Ventisette persone sono state uccise nell’ovest del paese in scontri interetnici in
cui è intervenuta anche la polizia, portando il bilancio delle ultime 24 ore a 37 morti.

Le violenze si sono scatenate nel paese dopo le elezioni politiche contestate dall’opposizione e che hanno assegnato la vittoria al presidente Kibaki.

Leggi Anche
Scrivi un commento