Ministero dell’innovazione a Milano – Proposta di Matteo Salvini a Cernobbio Ambrosetti

Ministero dell’innovazione a Milano – Proposta di Matteo Salvini a Cernobbio Ambrosetti

Ministero dell’innovazione a Milano – Proposta di Matteo Salvini a Cernobbio Ambrosetti

Colombo Clerici rilancia: a Milano non solo il Ministero dell’Innovazione

NEL CAPOLUOGO LOMBARDO ANCHE CONSOB E PIU’ FUNZIONI PER BANKITALIA E TRIBUNALE DEI BREVETTI 

Milano, 6  settembre 2022

Ministero dell’innovazione a Milano – Proposta di Matteo Salvini a Cernobbio Ambrosetti
Data: 6 settembre 2022
Colombo Clerici rilancia: a Milano non solo il Ministero dell’Innovazione
NEL CAPOLUOGO LOMBARDO ANCHE CONSOB E PIU’ FUNZIONI PER BANKITALIA E TRIBUNALE DEI BREVETTI 
La proposta, avanzata domenica scorsa a Cernobbio nel corso del 48° Forum Ambrosetti da Matteo Salvini di istituire, con sede a Milano, un Ministero per l’innovazione, la digitalizzazione e l’intelligenza artificiale, viene accolta con molto favore dal presidente di Assoedilizia e vicepresidente di Confedilizia Achille Colombo Clerici che si unisce a Lettera 150, il think tank composto da circa 200 docenti universitari coordinato dal docente ed ex parlamentare Giuseppe Valditara, come scrive Adnkronos. Infatti chi deve predisporre e attuare misure per favorire l’innovazione del sistema economico può operare in modo più efficace, mirato e tempestivo se è a contatto immediato e all’interno dell’ecosistema delle imprese che generano brevetti, delle università e dei centri di ricerca che trasferiscono tecnologie, dei servizi specializzati di ingegneria e di consulenza tecnica e brevettuale, e questo ecosistema è forte e integrato proprio nell’area milanese, si legge in un documento predisposto da Lettera150. Inoltre, a Milano si trovano anche le banche e i fondi di venture capital e di private equity che finanziano le imprese e le start-up per l’innovazione e la digitalizzazione, oltre a importanti strutture di università tecnica, di ricerca industriale e di trasferimento tecnologico aggiunge Giampio Bracchi, presidente emerito della Fondazione Politecnico di Milano e componente di Lettera150.  
Colombo Clerici torna a ribadire la necessità che a Milano e alla sua regione venga assicurato un ruolo che renda più forte il legame con l’Europa progredita; fattore che l’Italia ha interesse a rafforzare.  Come sta avvenendo con il Progetto Portello, la nuova sede della Rai, sul quale Assoedilizia è più volte intervenuta. Nel quartiere Fiera Milano City confluiranno gli studi per la produzione e per l’attività giornalistica e anche gli uffici aziendali. I lavori si concluderanno prima delle Olimpiadi Invernali 2026.
 Cita inoltre due casi emblematici. Milano è la capitale finanziaria italiana, ma, ai fini dell’efficienza del sistema, non può contare su alcune precondizioni, tra le quali il trasferimento da Roma di Consob finalizzata alla tutela degli investitori, all’efficienza, alla trasparenza e allo sviluppo del mercato mobiliare italiano. Questa considerazione vale anche per alcune funzioni ispettive svolte dalla Banca d’Italia in tema di vigilanza su banche e intermediari finanziari e di controllo in materia di antiriciclaggio. Ebbene, il coordinamento della vigilanza dovrebbe aver sede a Milano, anche ai fini di una maggior efficienza. Teniamo presente che Bankitalia e Consob hanno già proprie filiali nel capoluogo lombardo, ma con funzioni ridotte.
Non va dimenticato, peraltro, che Milano è candidata ad ospitare la sede, all’interno della UE, del Tribunale internazionale dei brevetti.
Leggi Anche
Scrivi un commento