Milano: Polizia arresta truffatore telematico

La Polizia Postale di Milano, nell’ambito delle attività di contrasto alle truffe telematiche e postali, durante il quotidiano servizio in seno al «Progetto Sicurezza», ha
arrestato in flagranza un truffatore di anni 37, mentre utilizzava documenti contraffatti per incassare in un ufficio postale del capoluogo lombardo un vaglia veloce effettuato da un soggetto
contattato tramite Internet per una compravendita fraudolenta.

Le indagini svolte da personale del Compartimento della Polizia Postale di Milano, erano partite in seguito alla presentazione di almeno un centinaio di querele per truffe commesse da lui sulla
Rete. L’attività illecita dell’arrestato consisteva nel non inviare la merce a coloro che l’avevano pagata in seguito alle trattative intercorse in virtù degli annunci di vendita
su Internet. L’ammontare del danno complessivo si stima sull’ordine di circa 50.000 euro. I messaggi, inseriti on line in diverse bacheche di acquisti e su Ebay con i suoi dati reali o con le
generalità di due palermitani, vittime di furto d’identità, erano rivolti alla vendita a prezzi vantaggiosi di strumenti musicali e per spettacoli teatrali, di biglietti di
concerti di artisti famosi e di partite di calcio. I sistemi di pagamento adoperati erano la ricarica su carte di credito prepagate, l’effettuazione di vaglia veloce ed il bonifico su conto
corrente bancario.

La perquisizione personale effettuata non appena il soggetto è stato fermato nelle vicinanze dell’ufficio postale dopo il suo tentativo di fuga, ha permesso di rinvenire due documenti di
identità contraffatti, e quella domiciliare ha portato al sequestro di un pc portatile e la somma di 800 euro.

Leggi Anche
Scrivi un commento