Marrazzo al congresso di Stampa Romana, lottare contro il precariato

Il presidente Marrazzo è intervenuto oggi al sesto congresso dell’Associazione Stampa Romana, al centro congressi della sede della Banca di Roma, all’Eur, nel salutare i giornalisti,
Marrazzo ha evocato il problema del contratto collettivo di categoria, non rinnovato ormai da oltre due anni e mezzo, deplorando il “cono d’ombra” in cui la questione sembra finita negli ultimi
mesi.

Il presidente ha poi affrontato il problema del precariato, condizione diffusa nel settore dei mass media: “I giornalisti devono dire no al precariato; senza certezze, l’intera categoria
rischia”, ha detto Marrazzo ricordando, tra le altre cose, la stabilizzazione, in due anni, degli oltre mille precari di Lazioservice, “una scelta simbolica che vorrei si riflettesse anche in
altre realtà”. “I precari non sono liberi – ha aggiunto – e un mondo di precari non è libero.”

Secondo il presidente della Regione “le istituzioni possono fare molto, soprattutto rispettando i cronisti e difendendoli dall’invadenza della politica che può diventare una grave forma
di pressione”, prima di concludere: «I giornalisti non devono lasciarsi chiudere nei palazzi dell’informazione, non devono essere impiegati della notizia ma suoi custodi».

Leggi Anche
Scrivi un commento