Mafia, Felice: «denunciare è fondamentale anche per non incorrere in reati»

«Un ennesimo colpo dato a Cosa Nostra e all’estorsione, per questo rivolgiamo un plauso alle forze dell’ordine» così Giovanni Felice, presidente Confesercenti Sicilia, ha
commentato i 39 arresti effettuati questa mattina a Palermo.

«E’ la dimostrazione che oggi si può e si deve denunciare e noi siamo, oggi ancora più di ieri, a disposizione di tutti coloro che intendono sporgere denuncia.
Il nostro appello affinché i commercianti denuncino è legato anche ad un’altra ragione: coloro che pagano il pizzo e non escono allo scoperto denunciando l’estorsore, rischiano di
incorrere nel reato di favoreggiamento, reato che può determinare, in caso di condanna, l’impossibilità di continuare ad esercitare la loro professione. Per questa ragione
denunciare è davvero essenziale».

«Ora – ha concluso il presidente – ci sono le condizioni per assestare un colpo decisivo alla mafia del «pizzo» e alla sua rete. Fondamentale sarà l’impegno delle
associazioni degli imprenditori, dei sindacati e delle istituzioni locali per riportare la Sicilia ad un livello di sviluppo che merita».

Leggi Anche
Scrivi un commento