L'Opposizione compatta: «Prodi si dimetta»

L’opposizione chiede compatta le dimissioni del governo Prodi. Nelle dichiarazioni di voto alla Camera Casini ha affermato: «Votiamo no alla fiducia perché non c’è spazio
all’ambiguità » e ha aggiunto: «Noi lavoreremo per un centro alternativo, antagonista e conflittuale al Pd, che é responsabile del fallimento politico del
governo».

Gianfranco Fini di An ha parlato di «accanimento terapeutico» e di «collasso della maggioranza», ha chiesto di aprire formalmente la crisi e ha accusato il
governo di «concussione» insinuando che c’è un tentativo di comprare i voti di qualche senatore. Ancora più dura la Lega con Roberto Maroni che ha affermato:
«Prodi resta attaccato alla sua poltrona solo per poter fare circa seicento nomine: così finisce un sistema democratico e comincia una dittatura».

Anche Forza Italia ha ribadito la richiesta di tornare alle urne :«Nessun espediente politico-parlamentare può sostituire o ritardare il voto» ha dichiarato Elio Vito
e ha aggiunto: «Sta per finire una stagione buia e negativa per gli italiani, di conflitti e di declino di tutto il Paese».

Leggi Anche
Scrivi un commento