Lesione psico-fisica un aggressione ad infermiere da una degente ricoverata in ospedale

D: Volevo sapere di chi è la competenza a decidere nel caso di lesione psico-fisica un aggressione ad infermiere da una degente ricoverata in ospedale.

R: E’ stato sempre un delicato problema giuridico quello di definire il riparto di giurisdizione tra Giudice Amministrativo e Giudice Ordinario. Nell’ipotesi in cui un’infermiera di un ente
pubblico abbia lamentato una lesione psico-fisica causata da un’aggressione da parte di una degente ricoverata in ospedale per decidere se il suddetto danno alla persona faccia attivare la
giurisdizione ordinaria o quella amministrativa è dovuta intervenire la Suprema Corte di Cassazione a Sezioni Unite che, con sentenza del 7 febbraio 2006, n. 2507, e chiamata ad
affrontare al riguardo la questione, partendo dalla considerazione del tipo di danno alla persona che attiverebbe la giurisdizione del G.O ha stabilito che esistono entrambe le tutele: quella
amministrativa e quella ordinaria.

Per la Cassazione dopo il passaggio della questione dal G.A. al G.O., presso il giudice del lavoro ed in relazione alla natura giuridica dell’azione risarcitoria esperibile, si attiverebbe
altresì verso la Pubblica Amministrazione la tutela risarcitoria di tipo contrattuale, mentre se l’azione risarcitoria è di tipo extracontrattuale sarà competente il G.O.
Per la Cassazione la condizione indispensabile perché il danno subito dal dipendente pubblico possa essere risarcibile deve essere specificamente causato da un inadempimento della P.A.
alla quale si deve essere legati da un rapporto di pubblico impiego, e non dalla mera occasionalità di tale rapporto.

Leggi Anche
Scrivi un commento