LE VEGLIE D' DIAN 2007 Musica, teatro, enogastronomia II Edizione

Arrivano le prime serate fredde e, quasi ad accompagnarle, a Diano d’Alba (Cn), arrivano per il secondo anno le Veglie d’ Dian, un ciclo di serate culturali a
tema che, nel cuore dell’autunno e dell’inverno, non mancheranno di «scaldare» l’ambiente con un ideale focolare fatto di musica, di teatro e di enogastronomia.

Le serate, organizzate dalla Cooperativa Terre di Cultura e dall’Associazione Arvangia con il contributo del Comune di Diano d’Alba e di
Banca d’Alba, e con la partecipazione della Cantina Comunale I Sorì di Diano e di Suonidautore, in questa nuova edizione avranno un
carattere itinerante e, oltre che nella Sala Polifunzionale e nella Cantina Comunale I Sorì, situate nel suggestivo centro storico di Diano d’Alba, verranno ospitate
anche nelle due frazioni del comune: Valle Talloria (presso i locali della Cascina Rossa) e Ricca (all’interno del Teatro Parrocchiale di San Rocco).

Ciascuna serata, richiamandosi idealmente all’antica tradizione delle «vijà», le «veglie» invernali di Langa e Roero dove si raccontavano storie e
leggende intorno al fuoco, sarà caratterizzata da un titolo e da una tematica sempre differente, e comprenderà tre differenti momenti: uno spettacolo teatrale o
performance poetica/letteraria
, un concerto musicale «in tema», ed una piccola degustazione con assaggi di piatti della tradizione e
pregiati vini locali, andando così a creare una vera e propria «serata-contenitore» di differenti forme artistiche, come nei maggiori festival culturali piemontesi tipici del
periodo estivo.

MASCHE DI SERA… 2

Dopo il grande successo dello scorso anno, mercoledì 31 ottobre ritorna la notte di Halloween «alla piemontese», con una serata contornata di echi magici e
misteriosi. Protagonista il colore rosso, quello del vino, della passione, del sangue, della guerra, della dolcezza, che sarà messo in scena in «Red Session»,
un concerto di suoni e parole nel quale Davide Arneodo & Marta Mattalia condurranno il pubblico nei meandri del sogno, tra musiche cinematiche, melodie oniriche e intrecci
sul filo della memoria che evocheranno ora autori letterari come Pascoli, Rimbaud, Garcia Lorca, ora compositori come Yann Tiersen o Goran Bregovic.

Ma la performance non sarà l’unica attrazione della serata: prima del concerto, infatti, Donato Bosca (Arvangia) e Maurizio Marino (Terre di Cultura)
presenteranno «Le Donne della Medicina» (L’Araba Fenice), il nuovo libro di Romano Salvetti, esperto conoscitore delle tradizioni locali legate al
mistero (sua la fortunata pubblicazione «Il Cerchio Magico») nonché presidente dell’Associazione Le Masche di Paroldo. Uno spazio tutto dedicato ai bambini invece sarà
quello dei laboratori didattici, a cura di Mafalda Leto, che insegnerà ai più piccoli a costruire dei bellissimi giochi legati al tema delle
masche e del mistero.

…E per finire, come in tutte le Veglie, il finale sarà dedicato all’enogastronomia di qualità, con un piccolo dopocena che permetterà di gustare i
pregiati vini dei produttori della Cantina Comunale I Sorì, e i tipici gonfiotti al murazzano offerti dalla Trattoria Salvetti di Paroldo.

Ingresso 5 ? (bambini fino a 10 anni gratis). Inizio alle ore 21,00. In considerazione delle dimensioni limitate della sala si prega di
prenotare
al numero telefonico dell’Ufficio Turistico di Diano, 0173-468542, oppure all’indirizzo e-mail info@terredicultura.it.

PROSSIMI APPUNTAMENTI

Quest’anno il calendario delle Veglie andrà avanti fino in pieno inverno…
Dopo l’anteprima del 26 ottobre e la serata del 31 ottobre, non mancate venerdì 23 novembre alle 20,00 presso la
Cascina Rossa di Valle Talloria (sede del Museo dei Mestieri di una volta),dove andrà in scena Musiche e Mestieri
Scomparsi
, una serata sulle ali della memoria con un’imperdibile performance che vedrà alcuni ospiti a sorpresa suonare gli strumenti musicali costruiti a mano dal leggendario
artigiano doglianese Valerio Gabutti.

Venerdì 25 gennaio alle 21,00 presso il Teatro Parrocchiale di San Rocco di Ricca, per finire, Echi di
Sudamerica
, una serata sulle rotte del viaggio, con numerosi ospiti tra i quali Marco Stella & Marco Cravero, che proporranno il loro set di canzoni d’autore
sospese tra intimismo e immaginazione.

COME ARRIVARE

Da Torino e Milano: Autostrada A21 TO-PC-BS uscita Asti Est, poi autostrada Asti-Alba fino in fondo, sulla tangenziale di Alba seguire per Barolo – Savona, poi per Gallo d’Alba
– Diano d’Alba.

Da Torino e Genova: Autostrada A6 TO-SV uscita Marene direzione Bra – Alba, a Roddi seguire per Gallo d’Alba – Diano d’Alba.

Da Alba città: percorrere Corso Langhe, poi svoltare a destra in direzione Ceva – Diano d’Alba.
La Sala Polifunzionale è in pieno centro storico, vicino alla Scuole.

Leggi Anche
Scrivi un commento