Le nuove margarine funzionali aiutano chi ha a cuore il proprio benessere, soprattutto a tavola

Milano, 20 Dicembre 2007 – Un cucchiaio di margarina al giorno per una cucina leggera, che fa bene alla salute, senza rinunciare al gusto, l’elisir del benessere passa proprio dalla
tavola: un’alimentazione varia ed equilibrata, ricca di frutta e verdura, abbinata ad uno stile di vita attivo è fondamentale per mantenersi in forma.

Proprio per questo le famiglie italiane sono sempre più propense all’acquisto dei prodotti salutistici, come le margarine con steroli vegetali anti-colesterolo e le margarine con Omega
3: nell’ultimo anno più di 9 milioni di famiglie (circa il 40% sul totale) hanno acquistato prodotti per la salute del cuore, in forte incremento rispetto al 2006, sia in termini di
volumi ( 25%) che di fatturato ( 48%). (Fonte: GfK, maggio 2007).

Anche il comparto delle margarine ha beneficiato dei trend positivi dei consumi a valenza salutistica: nell’ultimo anno circa il 40% delle famiglie italiane ha acquistato, in media, sei
confezioni di margarina. All’interno di questo mercato, più del 40% del giro d’affari è rappresentato dalle margarine più innovative, in forte crescita ( 20%) rispetto
all’anno precedente (Fonte: Iri Census).

Nonostante il consumo della margarina sia storicamente più importante nell’Italia centro-meridionale, le margarine “evolute” si distinguono per la forte capacità di attrazione che
esercitano su nuovi segmenti di consumatori, principalmente diffusi nella parte settentrionale della nostra Penisola e con profilo socio demografico elevato. Eppure sono ancora troppo pochi i
consumatori che conoscono davvero i vantaggi salutistici delle margarine di nuova generazione:

– non tutti sanno, ad esempio, che 1 cucchiaio al giorno di una margarina con steroli vegetali garantisce all’organismo una quantità di 2 grammi di molecole vegetali naturali in grado di
favorire la riduzione del colesterolo cattivo LDL, con risultati misurabili già dopo le prime tre settimane ed una riduzione del colesterolo cattivo compresa tra l’8 ed il 15 per cento
(Fonte: Società Italiana per lo studio dell’Artereosclerosi, dati 2006). La riduzione del colesterolo LDL aiuta a mantenere il cuore in salute e a contrastare l’insorgenza delle malattie
cardiovascolari.

– ci sono poi le margarine naturalmente ricche di Omega 3 ideali per tutta la famiglia che con un cucchiaio (circa 30g) permettono di raggiungere il 50% del fabbisogno di Omega3 necessario
all’organismo, apportando “grassi buoni” che aiutano ogni giorno a proteggere naturalmente cuore ed arterie.

Ai vantaggi salutistici si aggiungono poi quelli nutrizionali, come la leggerezza e l’assenza di colesterolo, che valorizzano in generale tutte le margarine al consumo, anche rispetto al
burro.
Inoltre la composizione nutrizionale delle margarine è stata protagonista nell’ultimo decennio di un’evoluzione importante, grazie soprattutto all’innovazione delle tecnologie di
produzione, che ha consentito la realizzazione di prodotti senza grassi idrogenati.

Va anche sottolineata la versatilità delle margarine, che possono essere utilizzate in famiglia per la realizzazione di tantissime ricette, dolci o salate, per piatti sfiziosi e
più leggeri. Le margarine funzionali sono consigliate principalmente per un utilizzo a crudo, ad esempio per essere spalmate sul pane, per condire pasta e riso, per insaporire verdure
cotte, pesce o carne alla griglia. Le margarine con Omega 3 si distinguono per il loro utilizzo poliedrico e sono ottime sia per il consumo a crudo che per quello a cotto.

“La margarina è troppo spesso penalizzata dalla mancanza di una corretta informazione sull’evoluzione del prodotto, ben lontano oggi dalle margarine a base di grassi animali prodotte in
passato, di modesto valore nutrizionale”, ha commentato Claudio Ranzani, Direttore Generale di Assitol, l’Associazione Italiana dell’Industria Olearia. “Le margarine funzionali sono versatili e
dal sapore delicato e integrano la dieta giornaliera con il giusto apporto di omega3 e steroli vegetali che aiutano la salute del cuore”.

Leggi Anche
Scrivi un commento