Le misure adottate dal Governo a favore dei giovani

Il Ministero del Lavoro e della Previdenza sociale e il Ministero per le Politiche giovanili e le Attività sportive (Pogas) lanciano una campagna di comunicazione sui provvedimenti del
Governo in materia di lavoro e previdenza destinati ai giovani, in particolare su quanto contenuto nell’ultima Finanziaria e nel recente pacchetto Welfare (legge 247/2007).

La campagna, che partirà domenica 13 gennaio e si concluderà il 26, prevede un media-mix composto da tv, cinema, radio, affissioni e internet. Sono stati individuati come
principali mezzi di diffusione le tv musicali e le radio più ascoltate dai giovani e un ruolo importante nella diffusione dei messaggi è affidato al web: la campagna, infatti,
sarà on line sui principali portali italiani, compresi quelli dei maggiori quotidiani nazionali.

I ministri Giovanna Melandri (Politiche giovanili e Attività sportive) e Cesare Damiano (Lavoro e Previdenza sociale), che si sono battuti per ottenere le misure a sostegno dei giovani,
hanno fortemente voluto questa campagna.
«E’ un’ iniziativa – affermano Damiano e Melandri – che scaturisce dal piano di azione comune sottoscritto lo scorso anno fra i nostri Ministeri, e che va nella direzione di aiutare i
nostri ragazzi e le nostre ragazze a costruirsi un futuro sereno. Abbiamo aperto una pista importante che guarda ai giovani, introducendo nuove e significative misure: la totalizzazione di
tutti i periodi contributivi, la contribuzione figurativa per le carriere discontinue, l’indennità di maternità e malattia anche per gli atipici, migliori condizioni per il
riscatto della laurea, l’accesso al credito. Un altro passo concreto – concludono – a sostegno di chi rappresenta il futuro del Paese».

«Con le nuove misure del Governo i giovani non devono più aspettare«: questo il messaggio della campagna, realizzata dalla agenzia Brand Portal, che si propone di incentivare
i giovani anche alla conoscenza e alla ricerca delle nuove opportunità attraverso temi legati alla vita di tutti i giorni. Si è pensato a un modo di avvicinare i giovani cittadini
alle istituzioni, attraverso esempi di vita quotidiana in grado di accendere la curiosità attorno a temi di stringente attualità: il lavoro, le tutele, le assicurazioni
previdenziali. In una parola: il futuro.
Il pay-off, «Un passo verso i giovani», si collega alla precedente campagna sulla riforma delle pensioni (che si concludeva con la frase: «Ed è solo il primo
passo«), sottolineando l’impegno reale e continuativo del Governo verso le generazioni più giovani e le donne. La creatività propone una situazione molto nota ai giovani in
cerca di occupazione: l’attesa snervante che spesso precede un colloquio di lavoro. I protagonisti sono tre ragazzi che, seduti fuori un ufficio, aspettano il proprio turno con un’aria annoiata
e scoraggiata. La baseline riassume poi gli obiettivi principali di queste misure: «maggiori opportunità per un lavoro più stabile», «aiuti concreti quando ne
hai bisogno», «una pensione sicura e adeguata» e invita a consultare i siti www.lavoro.gov.it e www.pogas.it per ulteriori approfondimenti.

Leggi Anche
Scrivi un commento