Le decisioni della giunta regionale Piemonte

La Giunta regionale si è riunita questo pomeriggio per la trattazione dell’ordine del giorno, decisi, su proposta dell’assessore Nicola de Ruggiero, i criteri e le modalità per
incentivare gli studenti ed i lavoratori ad utilizzare il trasporto pubblico locale, così come previsto dallo stralcio di Piano per la mobilità. All’Ente per il diritto allo
studio universitario saranno trasferiti due milioni di euro per concedere agli iscritti all’ano accademico 2007-2008 un contributo del 33% per l’acquisto degli abbonamenti annuali o
plurimensili, mentre con uno stanziamento di 2,7 milioni sarà assegnato analogo contributo del 33% ai dipendenti delle imprese e degli enti che a loro volta già intervengono
finanziariamente per l’acquisto degli abbonamenti annuali.
Sancita, su iniziativa del vicepresidente Paolo Peveraro, la proroga al 31 dicembre 2010 della convenzione tra la Regione e la Geac Spa di Cuneo per la riscossione del bollo auto.

Sono stati inoltre approvati:
– su proposta dell’assessore Eleonora Artesio, il finanziamento con 140.000 euro dei progetti inerenti la sicurezza alimentare nei settori di competenze veterinaria e la regolamentazione dei
rapporti tra le aziende sanitarie locali e le associazioni di volontariato per lo svolgimento delle attività di trasporto sanitario di emergenza, interospedaliero e per continuazione di
cure;
– su proposta dell’assessore Giovanni Caracciolo, uno stanziamento di 6 milioni di euro per finanziare le attività svolte dai consorzi per l’esportazione, agroalimentari e
turistico-alberghieri nel 2006 e per i progetti speciali relativi al 2007;
– su proposta dell’assessore Nicola de Ruggiero, la concessione di 3,1 milioni di prestiti agevolati per la realizzazione di impianti fotovoltaici collegati alla rete elettrica di distribuzione
nei siti dell’ex amiantifera di Balangero e della discarica di Barricalla e presso le sedi del Gruppo Abele e della cooperativa Arcobaleno di Torino;
– su proposta dell’assessore Mino Taricco, la prosecuzione del progetto pilota della Provincia di Alessandria per contenere la presenza del pesce siluro nelle acque interne piemontesi.

Leggi Anche
Scrivi un commento