Le costruzioni sono il traino del mercato del lavoro

Nel primo semestre del 2007 ha ripreso vigore l’occupazione nel settore delle costruzioni ( 2,1% rispetto allo stesso periodo del 2006), con una prevalenza di lavoratori autonomi ( 3%) seguiti
dai dipendenti ( 1,5%).

Lo ha segnalato l’Ance nel report “L’occupazione nel settore delle costruzioni”, redatto in seguito alla pubblicazione della rilevazione continua Istat sulle forze di lavoro.

I livelli occupazionali sono aumentati soprattutto al Centro ( 10,1%) e nel Mezzogiorno ( 1,4%), mentre al Nord prosegue l’andamento negativo iniziato nel 2006 (-0,6% rispetto al 2006 e -0,3%
rispetto al 2005).

L’Ance ha sottolineato che il settore delle costruzioni continua a svolgere la funzione di “traino” del mercato del lavoro: tra il primo semestre 1998 ed il primo semestre 2007, infatti, gli
addetti al settore sono aumentati del 32,1% mentre nell’insieme dei settori economici, nello stesso arco di tempo, il numero di occupati è cresciuto del 13,1%. Nei primi sei mesi del
2007, dunque, gli occupati nel settore costruzioni sono stati 1.948.000 con un aumento tendenziale del 2,1% rispetto all’anno precedente (cioè 39 mila lavoratori in più).

Per quanto riguarda l’immigrazione, nei primi sei mesi del 2007 in media 255.000 persone straniere residenti in Italia sono state impiegate nel settore delle costruzioni e sono pari al 13,1%
degli occupati del comparto, con una crescita del 11,3% rispetto allo stesso periodo del 2006.

Leggi Anche
Scrivi un commento