Latte: Marini (Coldiretti), etichetta subito non costa nulla

Latte: Marini (Coldiretti), etichetta subito non costa nulla

In attesa delle auspicabili misure di carattere finanziario l’Unione Europea dia via libera all’obbligo di indicare l’origine del latte e dei suoi derivati in etichetta che è una misura
che non costa nulla e che si può prendere subito. E’ quanto afferma il presidente della Coldiretti Sergio Marini in riferimento alla conclusione del vertice informale dei
Ministri agricoli dell’Unione Europea sul latte a Bruxelles.

Se si vuole veramente aiutare il settore servono intanto – sostiene Marini – misure di intervento strutturali per la trasparenza come quelle previste dal Decreto predisposto dal Ministro delle
Politiche Agricole Luca Zaia che prevede l’obbligo di indicare la provenienza di latte e derivati in etichetta, ma anche il divieto di utilizzare polveri e caseinati in sostituzione del latte per
la produzione dei formaggi.

Nell’ultimo anno – denuncia la Coldiretti – sono arrivati in Italia dall’estero ben 1,3 miliardi di litri di latte sterile, 86 milioni di chili di cagliate e 130 milioni di chili di polvere di
latte di cui circa 15 milioni di chili di caseina utilizzati in latticini e formaggi. Il risultato è che tre cartoni di latte a lunga conservazione su quattro venduti in Italia sono
stranieri e la metà delle mozzarelle in vendita sono fatte con latte o addirittura cagliate provenienti dall’estero, ma nessuno lo sa perché non è obbligatorio indicarlo in
etichetta.

Leggi Anche
Scrivi un commento