L'Asiago a «CASEUS VENETI»: i vincitori

Vicenza, 30 ottobre 2007 – Se Villa Contarini sta al Veneto come la Reggia di Colorno sta all’Emilia-Romagna, per il «Caseus Veneti» 2007, parlare di cornice splendida,
maestosa, semplicemente inarrivabile, e’ d’obbligo.

In occasione della terza edizione, il concorso volto al riconoscimento dell’eccellenza nelle produzioni casearie del Veneto, organizzato dall’Associazione Produttori Latte del Veneto e dalla
Regione, in collaborazione con i Consorzi di Tutela di tutte le DOP venete, ha raggiunto lo zenit per magnificenza dell’ambientazione – la piu’ grande villa del Veneto – per numero di aziende
di produzione concorrenti e per partecipazione di pubblico.

Il formaggio Asiago ha partecipato alla manifestazione in quattro delle 37 categorie previste dal regolamento, da quella «Asiago Pressato», riservata al formaggio fresco, alle tre
riguardanti Asiago Stagionato, di maturazione sempre maggiore: «Asiago d’Allevo Mezzano», «Asiago d’Allevo Vecchio» ed «Asiago d’Allevo Stravecchio».

La premiazione dei vincitori ha avuto luogo sabato mattina, in occasione dell’inaugurazione. Il concorso ha riservato all’Asiago due medaglie d’oro entrambe per lo storico Caseificio Pennar di
Asiago, che ha vinto con l’Allevo Vecchio (tra 10 e 14 mesi) e con lo Stravecchio (oltre 15 mesi), mentre nella categoria Pressato ed Allevo Mezzano (da quattro a sei mesi), i due ori sono
andati a produttori della pedemontana: al Caseificio San Rocco di Tezze sul Brenta ed alle Latterie Trevigiane, rispettivamente. Il «Pennar» ha vinto anche un argento, con l’Asiago
Pressato.

Ben tre medaglie, due bronzi con l’Asiago Pressato e l’Allevo Mezzano, ed un argento all’Allevo Vecchio, hanno premiato l’impegno di Latterie Vicentine, la piu’ grande cooperativa lattiera
della provincia di Vicenza, che alla DOP Asiago destina oltre meta’ del latte fresco prodotto quotidianamento dai suoi oltre 430 soci. Altra grande cooperativa presente nella classifica dei
vincitori e’ la Latteria di Soligo, con due bronzi per gli Allevo Vecchio e Stravecchio.

Per l’Asiago, specialita’ casearia che si contraddistingue per l’eterogeneita’ delle dimensioni aziendali dei produttori, quello fornito dal «Caseus Veneti» e’ un verdetto molto
interessante, poiche’ premia trasversalmente produttori grandi e piccoli, di montagna e di pianura, contribuendo a favorire una sana competizione al rialzo tra i produttori, sui terreni di
qualita’ e bonta’. Lo confermano altre due medaglie: l’argento per il d’Allevo Stravecchio, andato a una piccola latteria sociale, la Latteria di Camazzole, e quello per il Mezzano ad un
produttore privato singolo, Riccardo Rela, titolare dell’azienda agricola «Waister» di Canove di Roana che, dopo aver condotto per molti anni una malga, oggi torna ai vertici delle
classifiche del gusto avendo ripreso la produzione di Asiago nel proprio caseificio inaugurato recentemente, un piccolo stabilimento artigianale annesso alla stalla ed ai pascoli della sua
fattoria sull’Altopiano di Asiago.

Leggi Anche
Scrivi un commento