Lagostina sostiene Ai.Bi. per la campagna “Continuiamo dai bambini – L’accoglienza non si ferma”

Lagostina sostiene Ai.Bi. per la campagna “Continuiamo dai bambini – L’accoglienza non si ferma”

Lagostina e Ai.Bi., associazione Amici dei Bambini – insieme per sostenere i bambini vittime delle conseguenze della pandemia di Covid 19. Impoverimento relazionale, educativo, sanitario e famigliare sono le principali emergenze che negli ultimi mesi si sono intensificate a scapito dei più piccoli nella società, italiana e internazionale.

Si chiama “Ogni acquisto è un dono” l’iniziativa di Lagostina a sostegno della campagna nazionale “Continuiamo dai bambini – L’accoglienza non si ferma” di Ai.Bi. che ha lo scopo di prevenire e contrastare la povertà relazionale, educativa e materiale di bambini e adolescenti più a rischio e supportare le famiglie che, non potendo contare su servizi di sostegno, si sono ritrovate a fronteggiare da sole l’isolamento e le conseguenze di questa grave crisi.
 
Lagostina, storica azienda italiana fondata nel 1901, leader nella produzione di pentole a pressione e pentolame in acciaio inossidabile, sosterrà Ai.Bi. con una donazione iniziale e proseguirà il suo impegno nei mesi da ottobre a dicembre, donando, per ogni prodotto venduto con una speciale promozione, un prodotto ad Ai.Bi. Questi prodotti saranno utilizzati per rinnovare gli arredi delle cucine delle case di accoglienza di Ai.Bi., cercando di rendere ancor più piacevole un ambiente che rappresenta la quotidianità italiana e familiare, e per cene e eventi di beneficienza.    
 
“Per un’azienda come Lagostina, orgogliosamente italiana da più di un secolo, è stato naturale impegnarsi al fianco di chi nel nostro Paese è stato colpito dall’emergenza in maniera diretta, soprattutto in un’età così fragile – commenta Francesco Baldissera, direttore marketing di Lagostina S.p.A. –  Pensare al futuro è da sempre nel DNA di Lagostina e sostenere i bambini con Ai.Bi. lo testimonia: siamo infatti convinti che immaginare soluzioni, innovare, pensare al domani e sostenere le nuove generazioni sia l’unico modo per superare le difficoltà del presente”.
 
Il Coronavirus – commenta il Presidente di Ai.Bi., Marco Griffini – ha ulteriormente contribuito a sfilacciare un tessuto sociale che, a livello nazionale e mondiale, era già fortemente provato da crescenti disuguaglianze, solitudine e isolamento. Le vittime principali di questa situazione sono sempre e comunque i bambini. Bambini che, nell’ambito delle misure di contenimento adottate nel mondo, sono finiti in fondo alla lista delle priorità. Non solo, ma i minori che soffrono condizioni di fragilità sono andati incontro a un’impennata della povertà relazionale, educativa e materiale forse senza precedenti. Questa situazione richiede un impegno ulteriore, da parte nostra, al loro fianco. Perché i bambini sono il futuro di cui abbiamo bisognoEcco perché siamo grati a Lagostina da quest’anno al nostro fianco –continua Griffini –  perché contributi di questo tipo sono davvero vitali. Non possiamo permettere che il Covid19 condizioni il futuro di bambini e adolescenti di tutto il mondo: Continuiamo dai Bambini!”
#Continuiamodaibambini. L’accoglienza non si ferma” è la nuova campagna di raccolta fondi di Ai.Bi., organizzazione nata oltre trent’anni fa da un movimento di famiglie adottive e affidatarie, a sostegno delle vittime invisibili della pandemia di Coronavirus: i bambini. Sono infatti milioni, nel mondo e in Italia, i bimbi e gli adolescenti che, in questa emergenza sanitaria, hanno subito un graduale impoverimento relazionale, educativo, sanitario e familiare, con traumi nel medio e lungo periodo. I più piccoli, a causa delle necessarie misure restrittive per il contenimento dei contagi, hanno dovuto interrompere le normali attività e affrontare un lungo periodo di isolamento e solitudine. Il Covid-19 li ha privati delle amicizie, dello sport, della scuola, dei locali di aggregazione. In una parola: della loro vita.

Ai.Bi. – Amici dei Bambini, che opera in Italia con una sede nazionale e 25 tra sedi regionali e punti informativi in tutte le regioni e in 34 Paesi del mondo, è rimasta al loro fianco, grazie alla precedente campagna “Emergenza Coronavirus. L’#Accoglienzanonsiferma”. Ora, con la nuova campagna “Continuiamo dai bambini. L’Accoglienza non si ferma” l’intenzione è quella di proseguire questo impegno.

Leggi Anche
Scrivi un commento