La scuola in provincia di Bergamo ricomincia navigando

Bergamo – “La scuola ricomincia navigando?” è il titolo dell’iniziativa che la Provincia di Bergamo, in collaborazione con l’Ufficio scolastico provinciale, promuove per le scuole
secondarie di primo e secondo grado, la iniziativa, che vede la collaborazione della Polizia Postale e delle Comunicazioni della Polizia di Stato, UNICEF e Microsoft, verrà presentata il
10 gennaio 2008, con inizio alle ore 11, nella Sala Viterbi del Palazzo della Provincia, in via Tasso.

“La scuola ricomincia navigando” darà agli istituti partecipanti la possibilità di offrire ai propri giovani studenti e alle loro famiglie momenti di formazione e strumenti
informativi utili per affrontare il mondo di Internet in sicurezza ed evitare i rischi e i pericoli che la Rete a volte nasconde, soprattutto per i più piccoli. Gli insegnati verranno
coinvolti attivamente, attraverso l’organizzazione di momenti di aggiornamento dedicati, per fornire anche il corpo docente di un kit didattico multimediale e favorire in classe un’ulteriore
fase di riflessione, condivisa con gli alunni, e la produzione di elaborati o discussioni sulla tematica.
Nell’ambito dell’iniziativa, in particolare, sarà data la possibilità alle singole scuole di programmare degli incontri con gli operatori della Polizia Postale e delle
Comunicazioni per coinvolgere in modo piacevole ragazzi e genitori attraverso l’interazione e la partecipazione, per cercare di rispondere ai dubbi e alle possibili richieste sul tema. Proprio
dalla Polizia Postale arrivano dati preoccupanti sull’uso illegale di internet. I dati che emergono dall’attività investigativa, dal 2001 al 30 giugno 2007, parlano infatti di: 187
soggetti arrestati per pedofilia on-line; 3.655 persone denunciate per pedofilia on line in stato di libertà; 3.346 perquisizioni; 256.302 siti web monitorati; 155 siti web pedofili
chiusi in Italia; 10.376 siti web pedofili segnalati all’estero.

La Provincia di Bergamo, insieme all’Ufficio Scolastico di Bergamo, intendono fornire, attraverso questa nuova iniziativa, i mezzi necessari per consentire un uso consapevole, sicuro e corretto
delle nuove tecnologie, sulla scia di quanto fatto in occasione del Convegno “Internet e Minori” del 2004, “Educazione alla legalità” e “A scuola di cittadinanza”.
Il progetto, già attuato dal Comune di Roma, ha permesso di coinvolgere più di 250 scuole medie di Roma e oltre 15.000 ragazzi, assieme ai loro genitori e insegnanti.

L’adesione all’iniziativa, da parte delle scuole secondarie di primo e secondo grado, dovrà essere comunicata entro il 10 gennaio 2008 mediante la compilazione on line della scheda
scaricabile dal sito della Provincia www.provincia.bergamo.it

Leggi Anche
Scrivi un commento