La riscossa della vite

Roberto Castagner, l’innovativo distillatore trevigiano, continua il suo cammino per fare sistema nella filiera agroalimentare e dare vita a un nuovo modo di concepire l’eccellenza.

La terza e ultima delle “Serate con il Fuoriclasse”, tenutasi lunedì 12 novembre a Fregona, è stata dedicata alla “Riscossa della vite”, ovvero a un meeting di produttori
del mondo del vino e dei distillati italiani e di ristoratori e sommelier per fare il punto sulla cultura della consapevolezza.

La campagna mediatica in corso contro i rischi derivanti dall’ alcool, confondendo la degustazione con l’abuso, sta provocando gravi danni nel settore vitivinicolo e della ristorazione,
settori importantissimi per la nostra economia e cultura.

Così fa grave torto a produttori e ristoratori, perchè non distingue tra uso normale ed equilibrato, tradizionale nel nostro Paese ed ubriacatura. Equipara vino e grappa,
prodotti e consumati comunemente in Italia da secoli, con le droghe e lo sballo, creando un problema etico che non dovrebbe sussistere. Un padre di famiglia non deve essere condannato come
irresponsabile da un figlio, perchè si mette alla guida dopo una cena con un calice di vino e una grappa.
” dice Roberto Castagner.

Roberto Castagner ha presentato dei dati scientifici in suo possesso che dimostrano quanto manchi un’informazione corretta sul tema della responsabilità alla guida e del consumo di vio e
grappa. Altre voci nella serata hanno portato il loro contributo.

Primo fra tutti Piero Mastroberardino, imprenditore vinicolo campano la cui azienda, conosciuta in tutto il mondo, vanta ben tre secoli di tradizione e Presidente di Federvini. Con l’occasione
ha anche accettato per il padre, Antonio, il riconoscimento di “Fuoriclasse Ad Honorem”.

Sono intervenuti inoltre il prof. Zancanaro, tossicologo, per fare luce sul metabolismo dell’alcool, alcuni esperti del mondo della comunicazione, due rappresentanti della Pubblica Sicurezza e
uno dell’Arma dei Carabinieri e, infine, un avvocato, che ha spiegato le novità di legge. Per finire Don Domenico Salvador ci ha ricordato il ruolo del vino, bevanda sacra nella
tradizione biblica e cristiana.

Roberto Castagner ha così ottenuto di unire i settori del vino, della grappa e della ristorazione di fronte a un problema di comunicazione e di cultura, trovando idee e contatti nel
confronto tra tutti i ruoli coinvolti, per definire una linea di moderazione e consapevolezza che coniughi piacere e sicurezza, cultura ed etica.

Leggi Anche
Scrivi un commento