La rendita vitalizia nelle gestioni dei lavoratori autonomi artigiani e commercianti

L’Inps, con circolare n. 65 del 5 giugno 2008, ha fornito informazioni in merito all’aggiornamento dei coefficienti per il calcolo degli oneri di ricongiunzione e di riscatto relativi ai
lavoratori autonomi ed in materia di costituzione di rendita vitalizia nelle gestioni dei lavoratori autonomi artigiani e commercianti.
L’Istituto, in particolare, ha reso noto i nuovi coefficienti di calcolo introdotti dal decreto 22 aprile 2008 del Ministero del lavoro si applicano le domande di ricongiunzione, di riscatto
laurea e di costituzione di rendita vitalizia nelle gestioni dei lavoratori autonomi presentate a partire dal 6 maggio 2008.
In riferimento alle domande di riscatto relative ai familiari coadiuvanti e coadiutori delle imprese artigiane e commerciali e dei componenti dei nuclei diretto-coltivatori diversi dal
titolare, l’Inps ha chiarito che, per la costituzione della rendita vitalizia a favore di coadiuvanti/coadiutori, l’esistenza del rapporto di collaborazione può essere dimostrata dai
seguenti documenti di data certa:
– dall’atto costitutivo dell’impresa familiare e dalla conseguente dichiarazione dei redditi di partecipazione;
– dalle attestazioni delle Commissioni provinciali da cui risulti l’iscrizione del familiare ai fini dell’assicurazione IVS;
– da attestazioni dell’Ispettorato del Lavoro;
– dalle risultanze degli archivi dell’Istituto circa la sussistenza del rapporto assicurativo anche in assenza dell’accredito contributivo.
Al contrario, non costituiscono “prova di data certa” al fine di ottenere la costituzione di una rendita vitalizia:
– la dichiarazione del Sindaco attestante la qualifica in base alle risultanze dagli archivi dell’Anagrafe Comunale;
– gli accertamenti esperiti dalle Autorità Comunali “ora per allora”.

Inps, circolare n. 65 del 5 giugno 2008

Allegato: Ministero del lavoro e della previdenza sociale, decreto 22 aprile
2008

Coefficienti di cui all’art. 13 della legge n. 1338/1962 relativi ai lavoratori
autonomi Aggiornamento previsto dall’art. 1, comma 790, della legge n. 296/2006

Leggi Anche
Scrivi un commento