La Regione Lombardia sostiene l'arte contemporanea

Milano – Circa dieci milioni di euro in più nei prossimi anni per i giovani artisti e l’arte contemporanea, è il risultato ottenuto in Giunta regionale dall’assessore
alle Culture, Identità e Autonomie della Lombardia, Massimo Zanello.

Regione Lombardia destinerà lo 0,2% della spesa sostenuta per le opere pubbliche alla realizzazione e all’acquisto di opere d’arte. Questo 0,2% sarà ulteriormente incrementato di
uno 0,1% all’anno sino al raggiungimento della soglia del 2%.
La cifra di dieci milioni di euro è stata ottenuta facendo un calcolo approssimativo che considera gli investimenti in infrastrutture pubbliche già stanziati e gli investimenti in
progetto nei prossimi tre anni.

«Intendiamo così dare concreta applicazione alla legge n. 717 del 1949, che regola le norme per l’arte negli edifici pubblici – ha spiegato l’assessore Zanello – norme che fino ad
ora sono state totalmente dimenticate dalla maggior parte delle amministrazioni pubbliche statali e locali».
«Regione Lombardia – ha aggiunto Zanello – stabilisce oggi invece le regole di un progetto culturale a lungo termine, che dà ai giovani artisti e all’arte contemporanea la
possibilità di crescere e ottenere i riconoscimenti che merita».

«Questa decisione – ha concluso Massimo Zanello – riguarda anche gli investimenti previsti per l’Expo e gli investimenti in opere pubbliche degli altri enti locali lombardi, in primis
Province e Comuni. Il primo e più importante appuntamento sarà con l’Altra Sede di Regione Lombardia».

Leggi Anche
Scrivi un commento