La class action arriva in Italia

“E’ la vittoria di una storica battaglia, aspettiamo questa legge da dieci anni, l’introduzione dell’azione collettiva risarcitoria nell’ordinamento giudiziario, sarà strumento
fondamentale non solo per la tutela dei consumatori ma anche per l’ambiente”.

Così Legambiente, per voce del presidente nazionale Roberto Della Seta, commenta l’approvazione di oggi in Senato del testo che introduce l’azione risarcitoria collettiva
nell’ordinamento giudiziario.

La class action, ricorda Legambiente, era attesa già nella precedente legislatura perché il disegno di legge fu approvato dalla Camera dei deputati il 21 luglio 2004. A
quell’approvazione non seguì però quella del Senato e per tutto questo tempo il provvedimento è rimasto in sospeso.

In altri Paesi come il Nord America, norme simili, hanno portato alla vittoria di battaglie importanti. Si ricordano, ad esempio, le grandi cause contro le multinazionali del tabacco o quella
contro la Pacific and Gas Company che contaminò le falde acquifere di una cittadina californiana, provocando tumori ai residenti, per la quale venne ottenuto un cospicuo risarcimento.

“I diritti dei consumatori saranno sempre più intrecciati alla salute pubblica, alla sicurezza e all’ambiente – conclude Della Seta – e questa norma sarà sicuramente utile
all’azione di tutela di Legambiente”.

Leggi Anche
Scrivi un commento