Italia, qualità dell’alimentazione uguale qualità della vita

Italia, qualità dell’alimentazione uguale qualità della vita

In Italia, il cibo non è solo un piacere per la gola, ma uno dei fattori-chiavi per definire la qualità complessiva della vita.

Questo uno dati più significativi emersi da “Italiani e qualità alimentare”, ricerca Nielsen commissionata da McDonald’s Italia.

Alla base del lavoro, il desiderio della multinazionale di assecondare i clienti, vogliosi di maggiore sicurezza e qualità alimentare. Così, McDonald’s ha aderito agli standard
Qualivita (controllore della comunicazione di qualità del settore Ho.re.ca) e stimolato la ricerca.

Secondo gli studiosi Nielsen, per gli abitanti della penisola la qualità è da ricercare senza se e senza ma, addirittura da preferire al gusto per il 75% del campione.

Riguardo ai parametri che la definiscono, al primo posto il rispetto dei disciplinari di sicurezza alimentare (67%), seguito dalla genuinità (64%): molto dopo il costo, considerato
importante solo per il 3%.

Riguardo ai vigili, gli intervistati ritengono più credibili i controlli delle aziende (63%) che il lavoro di autorità e politica (37%). Il metodo più valido (70%) sta
nella certificazione “intelligente”, capace di evidenziare i meriti del prodotto quanto di comunicarli ai potenziali consumatori.

Matteo Clerici

Leggi Anche
Scrivi un commento