Indennità di mobilità 2008 aziende del settore saccarifero

D: Quale è l’indennità di mobilità per le aziende del settore saccarifero nel 2007 e nel 2008 e chi ne ha diritto? Come si calcola tale indennità? Come si
individuano i periodi indennizzabili? E cosa altro compete ai dipendenti interessati?

R: Si ricorda che nel 2006 fu concessa la indennità di mobilità e la CIGS in deroga ai lavoratori dipendenti delle aziende del settore saccarifero che ora viene prorogata per
l’anno 2008, nei limiti delle risorse finanziarie residue.
Tale indennità di mobilità per l’anno 2008 spetta, secondo quanto comunicato dall’INPS, con il Messaggio del 15 aprile 2008, n. 8721, ai lavoratori a tempo indeterminato
licenziati entro il 31 dicembre 2007 da imprese industriali con più o meno di 15 dipendenti, da imprese artigiane, da imprese agricole, da strutture associative e di servizio.

A tale indennità hanno accesso per l’anno 2007 – limitatamente ai periodi di mancata chiamata al lavoro nel 2005 – i lavoratori a tempo determinato: personale avventizio e stagionale
delle imprese citate, i braccianti agricoli, avventizi e stagionali che hanno lavorato nel settore nel 2005, esclusi gli extracomunitari.
Il calcolo di tale indennità deve essere effettuato sui valori retributivi teorici (stipendio base, mensilità aggiuntive, ecc.) attributi ai lavoratori nel corso del contratto del
2005, mentre l’individuazione dei periodi indennizzabili, ovvero che bisogna pagare, si determina effettuando una comparazione tra giornate lavorate nel settore saccarifero del 2005 e quelle
lavorate nel 2007.
Tra le altre cose che competono ai dipendenti interessati: la contribuzione figurativa utile a pensione e, ove ricorrano i requisiti, gli assegni per il nucleo familiare.

Leggi Anche
Scrivi un commento