Il sollievo dal dolore diritto dei malati

Il Sottosegretario con delega alla Salute, Francesca Martini, è intervenuta oggi alla celebrazione della VII Giornata Nazionale del Sollievo, svoltasi a Roma presso il Policlinico
Universitario «Agostino Gemelli» e promossa dal Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali, dalla Conferenza delle Regioni e delle Provincie Autonome e dalla
Fondazione Nazionale «Gigi Ghirotti».

Lo scopo della manifestazione, alla quale hanno partecipato studenti, medici, volontari e ammalati oltre a numerose personalità e personaggi dello spettacolo, è stato di informare
e sensibilizzare gli operatori sanitari e i cittadini sull’importanza di una «cultura del sollievo» per chi soffre ed allargare la consapevolezza che tale sollievo non è solo
auspicabile ma anche possibile e doveroso.

«Il sollievo dal dolore – ha detto il Sottosegretario nel corso del suo intervento – è un diritto del paziente, così come la possibilità di avere cure e assistenza a
domicilio nelle fasi terminali. L’obiettivo è quello di alleviare la sofferenza quando possibile e di promuovere l’ottica dell’umanizzazione come cardine di tutte le attività del
sistema sanitario nazionale».

«E’ necessario arrivare a realizzare sul territorio – ha proseguito il Sottosegretario – i 188 hospice previsti dal Piano Sanitario Nazionale. Oggi ne esistono 108, quindi mancano
all’appello ancora 80 strutture. Ma le risorse ci sono, circa 250 milioni di euro sono già stati investiti e ulteriori fondi sono a disposizione delle regioni. Il Governo
garantirà il suo impegno ma sono proprio le regioni a doversi attivare per rispondere ai bisogni dei malati incrementando questa rete di servizi insostituibili.»

«In alcuni Paesi europei si è risposto alla problematica del dolore dei malati con legislazioni in tema di eutanasia. Questo governo invece – ha concluso il Sottosegretario – ha
posto la tutela della vita umana, dal suo inizio alla fine, come uno dei punti cardine del suo programma».

Leggi Anche
Scrivi un commento