Il «milleproroghe» diventa legge

Nei giorni scorsi il Senato ha approvato l’ultimo atto della Legislatura che introduce numerose novità. Tra quelle che interessano direttamente il
cittadino troviamo:.

casa: proroga degli sfratti al 15 ottobre (vale però solo per chi abita in alcuni grandi centri); cambiano, inoltre, le condizioni di accesso al Fondo di
solidarietà per chi vuole costruire una casa. Le domande possono essere presentate fino al 30 giugno;
cartelle «mute«: dal 1° giugno 2008 le cartelle «mute», cioè senza la firma di chi ha fatto l’iscrizione a ruolo e di chi ha emesso l’atto
di pagamento, saranno considerate nulle;
debiti fiscali: per chi è in difficoltà sarà possibile rateizzare i pagamenti in tranche, al massimo 72;
banche popolari: i soci che hanno oltre lo 0,5% avranno tempo due anni per rientrare nei limiti fissati dal Testo unico bancario;
welfare: chi ha maturato i requisiti per la pensione di vecchiaia il 31 dicembre 2007 potrà rimanere al lavoro fino alla decorrenza del trattamento pensionistico che
scatta a giugno;
canone tv: a partire dal 2008, l’esenzione dal pagamento del canone Rai per chi ha almeno 75 anni e un reddito proprio e del coniuge complessivamente non superiore a 516,46
euro per 13 mensilità;
rottamazione auto: riguarda le vetture euro 2 immatricolate prima del gennaio 1997. Il bonus sarà di 700 euro, più un anno di bollo gratis, solo se le nuove
vetture da acquistare (euro 4 e 5) rispetteranno specifici limiti di inquinamento;
moto e motorini: bonus di 300 euro, fino al 31 dicembre 2008, e l’esenzione dal pagamento del bollo per un anno. Il beneficio è previsto per chi rottama un due ruote
euro 0 e ne acquista uno euro 3 di massimo 400 cc di cilindrata.

Leggi Anche
Scrivi un commento