Il governo mette in vendita un milione di case popolari?

Il governo mette in vendita un milione di case popolari?

In arrivo un maxi-piano per la vendita delle case popolari, che potranno essere acquistate dagli attuali inquilini attraverso mutui agevolati? Il governo, secondo quanto riferisce l’Agenzia
Adnkronos, sta studiano una serie di incentivi, per l’avvio di un grande piano di dismissione del patrimonio Erp (edilizia residenziale pubblica), che in sostanza dovrebbero trasformare l’attuale
affitto in un mutuo. Sarebbero, secondo questo progetto, circa un milione di cittadini a poter diventare proprietari degli immobili in cui vivono. Il provvedimento, secondo le intenzioni
dell’esecutivo, sarebbe un’altra misura per il sostegno alle famiglie più deboli, che potrebbero così acquistare la casa.

Anche la vendita nel decreto casa? Secondo la Adnkronos questo sarebbe un altro tassello per completare il progetto avviato dall’esecutivo nel settore dell’edilizia popolare. Il decreto
per lo stanziamento dei 550 milioni (già stanziati dal governo Prodi e poi bloccati dall’attuale esecutivo) è stato già predisposto. Della somma complessiva i primi 200
milioni saranno utilizzati per realizzare dai 5.000 ai 6.000 nuovi alloggi. Questa sarebbe comunque, nelle intenzioni di Berlusconi, solo la fase iniziale del programma che, secondo le stime
dell’esecutivo, dovrebbe portare alla realizzazione di 20.000 nuovi appartamenti entro il 2011. Le case andranno prima alle giovani coppie, agli anziani e agli studenti che, con il tempo,
potranno riscattare l’abitazione attraverso l’offerta dei mutui agevolati. Ma, se quetsi sono i numeri, si tratta di un’offerta davvero “misera” di fronte ai livelli raggiunti dagli affitti nelle
grandi città, che le rendono – in pratica – “inaccessibili” per le giovani coppie, costrette sempre più a spostarsi nelle periferie o nei Comuni confinanti.

Leggi Anche
Scrivi un commento