Il Csm apre un fascicolo sulle minacce alla Forleo

“Il Comitato di Presidenza del Consiglio Superiore della Magistratura ha deciso di aprire presso la Prima commissione consiliare una pratica urgente per acquisire “precisi elementi di fatto” in
ordine alle intimidazioni che, come dichiarato dalla interessata, sarebbero state rivolte al Gip di Milano dottoressa Clementina Forleo”.

Lo rende noto una comunicazione diffusa dal Csm, che spiega che “la pratica è stata assegnata alla Prima Commissione consiliare”: “Alla Vice Presidente della Commissione Prof.ssa Letizia
Vacca, che temporaneamente sostituisce il Presidente dott. Antonio Patrono – continua la nota – è stata rappresentata la «urgente necessità di disporre un’audizione a breve
termine della dott.ssa Clementina Forleo»”.

Il gip di Milano Clementina Forleo, infatti, nei giorni scorsi aveva dichiarato di aver subito intimidazioni e minacce, ma aveva rifiutato la scorta, sottolineando che gli attacchi contro di
lei “non provengono dalla piazza, ma da ambienti istituzionali”.

Dopo l’apertura del fascicolo, comunque, la Forleo ha dichiarato di essere “pronta a essere sentita” e che, nonostante tutte le difficoltà, non vuole “gettare la spugna”: “Spero di poter
lavorare come prima e più di prima” ha affermato il gip di Milano facendo eco a De Magistris, ma ha ripetuto il suo “no” alla scorta: “Non voglio far spendere soldi inutili allo Stato:
non ho bisogno del taxi gratuito”, ha concluso.

Leggi Anche
Scrivi un commento