Il Comune di Torino acquista l'ex carcere delle Nuove

Torino – Con una delibera approvata in Consiglio comunale (su 30 consiglieri presenti: 28 favorevoli, 2 astenuti), la Città ha acquistato il vecchio carcere torinese e ne ha
cambiato la destinazione d’uso, verrà ristrutturato per accogliere uffici giudiziari.

Nel vecchio edificio di corso Vittorio Emanuele II, verranno accentrati tutti gli uffici attualmente distribuiti sul territorio cittadino e che non possono trovare spazio all’interno del
Palazzo di Giustizia «Bruno Caccia».

Il Comune acquisterà «Le Nuove» dal Ministero della Giustizia, per un valore stimato attorno ai 21 milioni di euro. In permuta, la Città cederà allo Stato tre
edifici il cui valore complessivo equivale alla cifra stabilita per l’acquisto.

Si tratta di un centinaio di alloggi e box situati nell’ex Villaggio olimpico di Spina 3, dell’attuale sede dei Giudici di Pace di via Mughetti e della sede del Commissariato di Polizia
«Borgo Po» di via Sabaudia.

La parte del vecchio carcere già destinata ad attività museali rimarrà di proprietà dello Stato, ma concessa a condizioni di favore al Comune di Torino per
continuare il proprio compito di memoria storica di quella struttura.

Leggi Anche
Scrivi un commento