I proprietari di casa guardino agli impegni in materia di catasto

«Considerare attentamente i programmi elettorali dei vari candidati premier in ordine alla tutela della proprietà, in particolare con riferimento ai loro impegni pro-grammatici
relativi alla erezione di un Catasto di natura reddituale, basato su redditi reali perché censiti sul territorio, presupposto indefettibile di una tassazione della casa giusta ed equa,
ricondotta al (e non in contrasto col) costituzionale criterio reddituale al quale è uniformato l’intero nostro ordinamento tributario».

Questo l’invito rivolto ai proprietari di casa dalla Confedilizia – attraverso un ordine del giorno approvato all’unanimità dall’assemblea dei delegati delle organizzazioni locali – in
vista delle elezioni politiche del 13 e 14 aprile.
Nell’ordine del giorno approvato, gli organi dirigenti dell’Organizzazione storica dei proprietari di casa richiamano inoltre l’attenzione di tutti gli italiani sul fatto «che ogni
impegno politico in ordine alla riforma e all’attenuazione della pressione fiscale sulla casa (e sulla locazione in ispecie) è fondato solo se accompagnato da un contestuale impegno a
favore del Catasto reddituale e quindi di un Catasto credibile, che porti ad una base imponibile reale e non piegabile alle esigenze di cassa di un qualsivoglia Governo».

I programmi relativi all’immobiliare delle varie formazioni politiche sono libera-mente consultabili presso le Associazioni territoriali aderenti alla Confedilizia e sul sito Internet della
proprietà immobiliare.

Leggi Anche
Scrivi un commento