I nuovi contributi per i lavoratori domestici

L’Inps ha reso noti gli importi dei contributi per i lavoratori domestici, che sono in vigore a decorrere dal 1 gennaio 2008.
Da tale data, quindi, per ogni ora di lavoro relativa a rapporti di lavoro fino a 24 ore settimanali devono essere versati:
– 1,29 ? (0,31 ? dei quali sono a carico del lavoratore) per retribuzioni orarie fino a 6,95 ?;
– 1,46 ? (0,35 ? dei quali sono a carico del lavoratore) per retribuzioni orarie oltre 6,95 ? e fino a 8,48 ?;
– 1,78 ? (0,43 ? dei quali sono a carico del lavoratore) per retribuzioni orarie oltre 8,48 ?.
Sono dovuti, invece, 0,94 ? l’ora (0,22 ? dei quali a carico del lavoratore) per i rapporti di lavoro di almeno 25 ore settimanali (tutte effettuate presso lo stesso datore di lavoro).

Nel caso di lavoratore che sia coniuge o parente entro il terzo grado del datore di lavoro e conviva con esso, il contributo è dovuto senza la quota degli assegni familiari e per ogni
ora di lavoro devono essere versati i seguenti contributi:
– 1,25 ? (0,31 ? dei quali sono a carico del lavoratore) per retribuzioni orarie fino a 6,95 ?;
– 1,42 ? (0,35 ? dei quali sono a carico del lavoratore) per retribuzioni orarie oltre 6,95 ? e fino a 8,48 ?;
– 1,73 ? (0,43 ? dei quali sono a carico del lavoratore) per retribuzioni orarie oltre 8,48 ?.
In caso di rapporti di lavoro di almeno 25 ore settimanali (tutte effettuate presso lo stesso datore di lavoro) l’importo orario del contributo dovuto è di 0,91 ? (di cui 0,22 ? a carico
del lavoratore).

L’Inps, infine, ha ricordato che entro il 10 aprile 2008 devono essere versati i contributi relativi al primo trimestre 2008 e che, in caso di cessazione del rapporto di lavoro, i contributi
devono essere versati entro i dieci giorni successivi alla cessazione.

Leggi Anche
Scrivi un commento