I donatori consentono l'operatività dei voli Unhas in Sudan

Grazie alla pronta risposta dei donatori, il servizio aereo umanitario, che trasporta gli operatori umanitari nelle zone più critiche del Sudan continuerà ad operare
sino alla fine di settembre.

“Queste donazioni sono arrivate giusto in tempo. I nostri passeggeri – operatori umanitari di oltre 200 organizzazioni di aiuto che operano in Sudan – sarebbero stati impossibilitati a svolgere
il loro lavoro vitale senza il servizio del PAM-HAS”, ha detto Kenro Oshidari, responsabile del PAM nel paese.

Dopo che il Programma Alimentare Mondiale (PAM), il 10 giugno, aveva annunciato drastici tagli e messo in guardia dal rischio che il Servizio Aereo Umanitario, da esso gestito, fosse bloccato a
terra per mancanza di fondi, cinque donatori si sono fatti avanti con 14,8 milioni di dollari di donazioni complessive.

I contributi comprendono: 4 milioni di dollari dagli Stati Uniti, 4 milioni di dollari dal Fondo Comune Umanitario delle NU per il Sudan (CHF), 3,8 milioni di dollari dalla Commissione Europea,
2,5 milioni di dollari dal Canada e 500.000 dollari dalla Fondazione Annenberg negli USA. Sono attesi ulteriori finanziamenti nei prossimi due mesi.

Leggi Anche
Scrivi un commento