Giustizia, Ferranti: è un blitz, dal Governo ancora un colpo al 'giusto processo'

“Si riforma l’organizzazione della Cassazione introducendo un filtro di ammissibilità dei riscorsi del tutto discrezionale, che va ad incidere sul giusto processo, con criteri
indeterminati e che prefigura una forza pericolosamente vincolante delle pronunce della corte di Cassazione. Il tutto in contrasto con i principi cardine del nostro sistema e della
nostra tradizione giuridica”.

Così la capogruppo del Pd nella commissione Giustizia della Camera, Donatella Ferranti, l’emendamento del Governo che introduce un filtro per i ricorsi in Cassazione “affidando
ampia discrezionalità ad un collegio ristretto dei giudici chiamato a decidere l’ammissibilità dei ricorsi senza prevedere alcune forma di contraddittorio”.

“Ancora una volta siamo davanti ad un blitz del governo che propone una riforma ordinamentale della Corte di Cassazione e processuale attraverso un emendamento al collegato economico
per sfuggire ad un dibattito di merito nella commissione Giustizia e ad un adeguato e costruttivo confronto con gli avvocati, i magistrati, e tutti gli operatori di diritto”.

“Non siamo di per sé contrari all’esigenza di introdurre un filtro – conclude – ma si tratta di una riforma estremamente delicata che coinvolge i principi essenziali della
funzione giurisdizionale e il suo ruolo costituzionale e non può essere affidata ad un emendamento dell’ultima ora”.

Leggi Anche
Scrivi un commento